Anpac: positiva cessione slot Malpensa
Wednesday 06 February 2008

showdbimage.htm.jpgAnpac ritiene estremamente positivo l’ulteriore passo segnato verso il percorso di risanamento e rilancio di Alitalia attraverso la cessione degli slot di Malpensa. Anpac vuole infatti riconfermare la necessità di risolvere la crisi di Alitalia e Malpensa in modo disgiunto e con assoluta pari dignità. Malpensa è una realtà importantissima del paese, ma deve trovare un giusto equilibrio nel complicato contesto che caratterizza l’assetto aeroportuale lombardo e siamo certi che la decisione chiara e trasparente di Alitalia in merito alla cessione dei suoi slot faciliterà le successive determinazioni.


 

 

Anpac esprime inoltre estrema soddisfazione per l’atteggiamento politico del Governo che, sostenendo la scelta fatta dalla Compagnia di Bandiera nella serata di ieri, ha confermato un grande senso di responsabilità pur nella criticità e delicatezza dell’attuale fase di crisi.

"I piloti di Anpac supportano il lavoro del Presidente Prato che sino ad oggi ha valutato con il giusto equilibrio le pesanti strumentalizzazioni tese a distogliere Alitalia dal percorso efficace e concreto verso il risanamento deliberato dal Consiglio di Amministrazione ed approvato dal Ministero dell’Economia in sintonia con l’intero Consiglio dei Ministri del Governo Prodi." E' quanto esprime il sindacato dei piloti in un comunicato stampa; "siamo inoltre convinti che i responsabili della trattativa gestiranno questa ultima fase conclusiva con Air France-KLM mirando al minimo impatto sulla flotta che, pur richiedendo una certa razionalizzazione, dovrà subire interventi strettamente legati a logiche di risanamento."

Anpac stigmatizza "continue gravi azioni di disturbo messe in atto da Airone nel disperato tentativo di portare a buon fine un processo di acquisizione di Alitalia già bocciato da Azienda, Governo e Lavoratori."

"Riteniamo che sia il momento di dire basta a chi, con un arroganza senza precedenti, continua a voler ostacolare un processo di risanamento strettamente legato a logiche commerciali ed industriali." Ha proseguito la nota. "Il tentativo annunciato di ricorrere alla magistratura evidenzia un approccio arrogante che sembra non voler tener conto di quello che la maggior parte del paese vuole per il futuro della Compagnia di Bandiera. Nessuno potrà più vantare rendite di posizione se non legate a logiche di mercato."

I piloti di Anpac richiamano inoltre tutti i soggetti che ricoprono ruoli chiave nel percorso di risanamento e futuro rilancio di Alitalia a non considerare "posizioni destabilizzanti e fantasiose espresse da associazioni sindacali di minoranza che sembrano non valutare tra le loro priorità il primario obiettivo del risanamento del Gruppo Alitalia, favorendo di fatto eventuali soluzioni alternative già ritenute non idonee."

Come già ribadito al CEO Jean Cyrill Spinetta, Anpac auspica che la proposta finale di Air France-KLM tenga in debito conto l’impatto sociale per l’azienda e per il paese, e si dice certa che i numeri espressi da alcuni quotidiani in questi giorni siano sovradimensionati.

Anpac esprime inoltre soddisfazione per il sempre più ampio fronte sindacale che si pone ormai in modo determinato e serio a favore dell’unica soluzione realmente utile alla ripresa della Compagnia di Bandiera.

 
 
 

Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : Anpac
Foto tratta da : www.anpac.it




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!