Boeing: testato in volo il NanoSAR
Tuesday 18 March 2008

scaneagle_nanosar3.jpgBoeing Company, in collaborazione con ImSAR e Insitu Inc., ha testato in volo con successo il NanoSAR, il più piccolo Synthetic Aperture Radar (SAR), a bordo del velivolo senza pilota ScanEagle (UA).
Durante il volo di un'ora e mezzo effettuato il 7 gennaio a Boardman, in Oregon, lo ScanEagle con il carico  del NanoSAR di ImSAR installato a bordo, ha completato alcuni paggaggi sopra l'area di volo a varie quote e distanze. Gli obiettivi includono veicoli, strutture e corner reflectors.  La raccolta di dati a bordo dello ScanEagle ha lavorato come pianificato, e la mappa SAR è stata creata a terra in un secondo momento. Il prossimo passaggio dei test in volo riguarderà la capacità di creare le immagini a bordo dell'UA in tempo reale.

 

Il NanoSAR è un sistema che pesa due libbre e con le dimensioni simili a quelle di una scatola di scarpe. Il peso dei SAR standard varia dalle 50 alle 200 libbre.
"Nel passato, i vantaggi delle capacità nella raccolta di immagini in tutte le condizioni meteo sono state esclusivo dominio solo dei più grandi aerei senza pilota. Adesso le 40 libbre dello ScanEagle possono trasportare sia una telecamera ottica o a infrarossi e un sistema SAR contemporaneamente," ha commentato Carol Wilke, responsabile  Boeing per lo ScanEagle. "Il SAR attualmente rappresenta un peso minimo del carico utile anzichè il massimo".
"La tecnologia del NanoSAR permette di vedere in condizioni di foschia, nuvolosità o nebbia ed è si adatta particolamrnte agli ambienti marini," ha aggiunto la Wilke. "Combinandosi alla capacità di lunga percorrenza dello ScanEagle, il NanoSAR offre una soluzione efficiente anche in termin idi costi per le esigenze di sorveglianda dei nostri clienti."
Logan Harris, chief technology officer di ImSAR, ha commentato, "il SAR è il miglior strumento per fare certe operazioni, come cercare piccole imbarcazioni sull'oceano. Ma a causa delle dimensioni, del peso, dell'energia e dei costi dei sistemi SAR systems, esso non ha avuto possibilità di dimostrare la sua capacità sui combattimenti di larga scala. Il NanoSAR ha cambiato tutto ciò. Il NanoSAR, costruito con una tecnologia Printed Circuit Board, è resistente e può essere costruito in maniera rapida ed economica."
Dal 2004, lo ScanEagle ha provato su base quotidiana che è la migliore soluzione per supportare i combattenti sul campo in tutto il mondo. L'aereo ha già effettuato 70.000 ore di ovli operativo con la U.S Marines Expeditionary Force, la U.S. Navy e la Australia Defense Force in Iraq e  Afghanistan. La marina statunitense ha effettuato oltre 900 recuperi di imbarcazioni usando lo ScanEagle.




Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : GRP Boeing Media
Foto tratta da : www.boeing.com




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!