Il primo A400M verso il volo inaugurale
Wednesday 16 April 2008
a400m_repertorio.jpgIl primo A400M, MSN001, ha appena lasciato la "station 40", dove tutte le interfacce di sistema dell'aereo sono state collegate e dove è stato testato con successo il sistema elettrico del velivolo con passaggio di energia. Queste attività sono in linea con i piani dell'attuale programma.
Dalla "station 40" l'aereo verrà spostato alla "station 35" dove tutti i sistemi di bordo verranno controllati per constatare la conformità con i requisiti previsti dal progetto, i dati verranno registrati per valutazioni e analisi successive. Si tratta di un importamnte passo in avanti, la "station 35" è uno dei pochi passaggi mancanti al primo volo.

Nelle precedenti operazioni effettuate nella "station 40", l'intera struttura del velivolo è stata assemblata e le ali e gli impennaggi di coda sono stati uniti alla fusoliera. In questo primo aereo, in particolare, il lavoro in questa stazione è stato interrotto per procedere ai necessari test strutturali di terra. prima dei test strutturali in volo. Al momento è in corso l'installazione dei motori. Dalla consegna alla FAL, un intenso lavoro sui motori ha comportato numerose attività, tra cui i controlli all'arrivo: il motore viene montato e "vestito"  (compito della "station 25"), in questo procedimento i motori vengono collegati ai cablaggi elettrici, su MSN001 diverse tubature e componenti della struttura hanno richiesto una precedente installazione. Vengono quindi effettuati controlli sul regolare funzionamento e sul passaggio di energia. Nella "station 25" sono state installate le strumentazioni per i flight test su questo aereo prototipo. In un secondo momento i quattro motori  vengono spostati alla "station 20" per la vera e propria installazione sull'aereo.
Le attività di Engine Flight Clearance continuano con un Flying Test Bed, un C-130 modificato con motori TP400, che sta per iniziare un programma di test in volo.




Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : EADS
Foto tratta da : www.eads.com




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!