Incidente in mare per elicottero dell'Aeronautica Militare
Friday 09 May 2008

 Alle 22.15 circa di mercoledì 7 maggio, un elicottero HH-3F del 15° Stormo C-SAR (Combat Search and Rescue) di Pratica di Mare (Roma) ha impattato, per cause in corso di accertamento, la superficie del mare a circa 5 miglia a ovest di Pratica di Mare durante una missione addestrativa notturna. Lo riporta il sito dell'Aeronautica Militare Italiana.
L’equipaggio, composto dai piloti capitano Marco Agnoletti (36 anni, di Rimini) e tenente Ida Casetti (28 anni, di Casalmaggiore - CR), gli operatori di bordo 1° maresciallo luogotenente Giovanni Murano (57 anni, di Sarno – SA) e 1° maresciallo Fabio De Benedetti (42 anni, di Roma) e dall’aerosoccorritore maresciallo 1^ classe Fabio Fabbri (37 anni, di Roma), dopo l’impatto, è riuscito ad abbandonare l’elicottero e si è messo in salvo con il battello di emergenza di cui è dotato il velivolo. In pochi minuti tutto l’equipaggio è stato recuperato da una motovedetta della Capitaneria di Porto, condotta sul luogo dell’incidente da un altro elicottero dell’Aeronautica Militare che aveva ricevuto l’SOS.

 Alle 22.15 circa di mercoledì 7 maggio, un elicottero HH-3F del 15° Stormo C-SAR (Combat Search and Rescue) di Pratica di Mare (Roma) ha impattato, per cause in corso di accertamento, la superficie del mare a circa 5 miglia a ovest di Pratica di Mare durante una missione addestrativa notturna. Lo riporta il sito dell'Aeronautica Militare Italiana.
L’equipaggio, composto dai piloti capitano Marco Agnoletti (36 anni, di Rimini) e tenente Ida Casetti (28 anni, di Casalmaggiore - CR), gli operatori di bordo 1° maresciallo luogotenente Giovanni Murano (57 anni, di Sarno – SA) e 1° maresciallo Fabio De Benedetti (42 anni, di Roma) e dall’aerosoccorritore maresciallo 1^ classe Fabio Fabbri (37 anni, di Roma), dopo l’impatto, è riuscito ad abbandonare l’elicottero e si è messo in salvo con il battello di emergenza di cui è dotato il velivolo. In pochi minuti tutto l’equipaggio è stato recuperato da una motovedetta della Capitaneria di Porto, condotta sul luogo dell’incidente da un altro elicottero dell’Aeronautica Militare che aveva ricevuto l’SOS.



Il tenente Casetti ed il luogotenente Murano, ricoverati rispettivamente presso l’Ospedale Militare del Celio di Roma ed il San Camillo di Roma, sono in prognosi riservata per traumi ossei, ma non sono in pericolo di vita. Gli altri tre membri dell’equipaggio, attualmente sotto osservazione medica, sono guaribili in pochi giorni e le condizioni di salute non destano particolare preoccupazione.
Come previsto dalle procedure in tema di sicurezza del volo, l’Aeronautica Militare nominerà una commissione d’inchiesta per accertare le cause dell’incidente.
Gli elicotteri del 15° Stormo di Pratica di Mare operano su tutto il territorio nazionale, sotto la responsabilità del Comando Operativo delle Forze Aeree di Poggio Renatico (FE), per l’attività di ricerca e soccorso. Gli equipaggi sono pronti ad intervenire 24 ore su 24 con team specializzati di aero-soccorritori e con la possibilità - unici in campo aeronautico - di operare anche di notte attraverso l’impiego di speciali visori notturni NVG (Night Vision Goggles). Dal 1965 ad oggi, il 15° Stormo ha salvato circa 7.000 persone in pericolo di vita, effettuando oltre 230.000 ore di volo in missioni reali e di addestramento.

 

 

 

 


Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto tratta da : www.aeronautica.difesa.it

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!