Un insegnante italiano allo Space Camp di Boeing
Wednesday 10 September 2008

carlo_tripodi_space_camp.jpgCarlo Tripodi, insegnante dell’Istituto tecnico commerciale e per geometri “Ernesto Cesaro” di Torre Annunziata, è stato il rappresentante italiano che ha partecipato  al 17° “Space Camp for Educators”, il programma di studio e approfondimento in campo aerospaziale che Boeing offre a docenti di materie scientifiche di tutto il mondo.
Per sette giorni Tripodi e un gruppo di altri 90 insegnanti provenienti da diversi paesi  hanno potuto studiare l’astronautica in un vero centro spaziale (lo US Space & Rocket Center di Huntsville, in Alabama), approfondendo conoscenze che potranno arricchire i corsi di studio dei loro allievi.
“Questa esperienza mi è servita principalmente per confrontarmi con un diverso metodo di insegnamento, basato più sulla comprensione dei concetti che sull’enunciazione di teoremi, tipica del nostro sistema scolastico”, spiega il professor Tripodi, al suo rientro in Italia. “La mia formazione italiana ‘teoretica’ mi è tornata  comunque molto utile, dal momento che mi ha permesso di raggiungere i migliori risultati nelle prove pratiche che abbiamo condotto sulla dissipazione del calore generato da oggetti che rientrano in atmosfera ad altissima velocità”, sottolinea con orgoglio.

 

Con le lezioni di esperti di esplorazione spaziale, le attività dello Space Camp mirano a dare agli insegnanti gli strumenti per coinvolgere in modo più vivace e pratico i loro studenti nell’apprendimento delle materie scientifiche e delle nuove tecnologie.
“In una simulazione sono stato, tra l’altro, responsabile del controllo a terra di un team scientifico orbitante” sottolinea Tripodi. “Di fondamentale importanza è stato poi il lavoro in team che ho svolto durante lo Space Camp e che cercherò di riproporre nel mio prossimo e, ahimé, ultimo anno di insegnamento, coinvolgendo sia colleghi di materie affini che suddividendo la classe in gruppi di lavoro”, aggiunge Tripodi.
Il programma denominato Boeing Educators to SPACE CAMP® è stato creato nel 1992 per valorizzare l’insegnamento delle materie scientifiche nelle scuole: da allora ha coinvolto oltre 600 insegnanti, permettendo di raggiungere circa 30.000 studenti in tutto il mondo.
Carlo Tripodi, calabrese di nascita ma napoletano d’adozione (“vomerese, per la precisione”), insegna da trent’anni all’ITCG torrese, intitolato a Ernesto Cesaro,  matematico napoletano della fine dell’800, noto per il suo contributo alla geometria differenziale e alla teoria delle serie infinite, che morì annegato a Torre Annunziata nel tentativo di salvare il figlio minore.
Laureato in Geologia all’Università di Napoli, appassionato di volo e giornalista aerospaziale, Tripodi si è occupato di telerilevamento e fotogrammetria, prima di dedicarsi all’insegnamento di Scienze della Terra e della Natura (una sorta di compendio tra geografia, astronomia, geologia e scienze naturali). 
Alla fine del 17° Space Camp, gli insegnanti hanno ricevuto un diploma di partecipazione e dei CD contenenti lezioni e altro materiale da utilizzare in classe. Sarà inoltre disponibile un apposito portale attraverso il quale i partecipanti allo Space Camp potranno restare in contatto e scambiarsi le reciproche esperienze.

 

 

 

 


Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : GRP Boeing Media
Foto tratta da : www.boeing.com

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!