Alenia: i C-27J rientrano dall'Afghanistan
Wednesday 04 February 2009
alenia_c27j.jpgSono rientrati in Italia i due biturbina da trasporto tattico Alenia Aeronautica C-27J del 98° Gruppo della 46a Brigata Aerea che il 12 settembre 2008 erano decollati per Herat, in Afghanistan, per sostituire il velivolo da trasporto dell'Aeronautica Militare C-130J nel delicato compito di trasporto aereo in zona di operazione. I C- 27J hanno operato nella cellula denominata Task Group Albatros, dipendente dalla Joint Air Task Force (JATF), la componente aerea del Comando Regionale Ovest (RC-W) della missione NATO International Security Assistance Force (ISAF) in Afghanistan.
"E’ stato il battesimo operativo per il C-27J", ha detto il pilota istruttore maggiore Luca Coppola "e il ritorno alla piena operatività per il personale del 98° Gruppo di Volo che negli ultimi tre anni si è addestrato su questo nuovo aereo, sostituto del G-222".
 

Nonostante l'orografia e le condizioni climatiche particolarmente difficili del vasto territorio afghano, i C-27J si sono comportati bene e gli equipaggi hanno potuto soddisfare le richieste di trasporto che provenivano dal Comando, acquisendo nel contempo un prezioso bagaglio di esperienza operativa con la macchina.
"Il nostro compito è stato quello di assicurare il collegamento ed il supporto alle varie componenti della coalizione in tutto l’Afghanistan", ha affermato il maggiore Coppola, "tramite missioni aeree di trasporto personale, mezzi e materiali, nonché l’evacuazione medica in favore del contingente e della popolazione civile afghana."
Nei circa cinque mesi di attività in Afghanistan, i C-27J della Task Force Albatros hanno assicurato circa 200 ore di volo operativo, portato a termine oltre 50 missioni, trasportato circa 1.500 passeggeri e più di 30.000 libbre di materiali e collegato aeroporti internazionali, quali Kabul, a regioni remote e dotate esclusivamente di piste in terra battuta, sulle quali solo pochi velivoli da trasporto al mondo possono atterrare e decollare come il velivolo italiano C-27J.
Particolarmente soddisfatto delle capacità del C-27J il colonnello Francesco Vestito, comandante della JATF, che ha sottolineato come «l’impiego operativo del C-27J rappresenta una capacità tattica particolarmente utile ai comandanti che devono supportare i Provincial Reconstruction Team spesso situati, proprio per il fine istituzionale che si prefiggono, nelle più remote località disperse sul territorio e spesso irraggiungibili per via terra.» Sino ad oggi Alenia Aeronautica ha venduto 117 esemplari del C-27J, compresi 78 per le forze armate americane e 12 – dei quali dieci già consegnati - per l'Aeronautica Militare.

 

 

 

 

Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : Ufficio Stampa Alenia Aeronautica

 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!