Lockheed Martin: completato in anticipo il piano di ritorni industriali in Italia
Wednesday 18 February 2009
c130j_super_hercules.jpgIl Ministero della Difesa italiano ha confermato che Lockheed Martin ha raggiunto con cinque anni di anticipo gli obiettivi del piano di ritorni industriali associati all’acquisizione di 22 C-130J. Sono stat infatti instaurate oltre 70 partnership con industrie italiane sulla base del piano messo in atto da Lockheed Martin, per progetti che si stima avranno nel lungo periodo un impatto sull’economia italiana pari a oltre 2 miliardi di dollari.
“Le commesse legate a questo piano di ritorni industriali rappresentano un altro importante risultato nell’ambito della duratura collaborazione di Lockheed Martin con l’Italia e con l’Aeronautica Militare. Lockheed Martin è orgogliosa delle partnership create con le industrie italiane e sarà lieta di avere altre opportunità per sviluppare e rafforzare ulteriormente queste collaborazioni”, ha dichiarato Ross Reynolds, vicepresidente di Lockheed Martin per i programmi C-130.

La maggior parte dei progetti associati al piano di ritorni industriali stabilito tra l’Italia e Lockheed Martin ha coinvolto una grande quantità di imprese italiane, anche di medie e piccole dimensioni. Tra le principali iniziative, si segnalano trasferimenti di tecnologia, la creazione di nuove licenze o investimenti diretti da parte di Lockheed Martin nell’industria italiana.
“Negli ultimi 40 anni Lockheed Martin ha portato a compimento piani di ritorni industriali per oltre 40 miliardi di dollari in oltre 37 paesi. Siamo estremamente orgogliosi di avere raggiunto in Italia questo risultato particolarmente positivo per entrambi le parti coinvolte” ha dichiarato Larry McQuien, responsabile di Lockheed Martin per le Business Ventures. Nel 1997 l’Aeronautica Militare Italiana è stata uno dei primi clienti ad acquistare e a volare con il C130J; i suoi equipaggi hanno effettuato più di 75.000 ore di volo con questi aerei, contribuendo in misura significativa all’ammontare totale di ore di volo dei C130J in tutto il mondo, pari a oltre mezzo milione di ore. La stretta relazione tra Italia e Lockheed Martin in campo aeronautico continua oggi con la partecipazione italiana al programma F-35 Lightning II Joint Strike Fighter.

 

 


Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Lockheed Martin Corporation 

Foto tratta da: Lockheed Martin Corporation

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!