Due F-16 italiani intercettano un aereo diretto in Tunisia
Friday 17 April 2009

f-16_ami.jpgGiovedì 16 aprile alle 10.50 locali due caccia F-16 del 37° Stormo di Trapani sono decollati, su ordine di ‘scramble’ dal Comando Operativo delle Forze Aeree (COFA)/CAOC 5 di Poggio Renatico (Ferrara) e sotto il controllo del 34° Gruppo Radar A.M. di Mezzo Gregorio (Siracusa), per intercettare un velivolo PA-46-500-TP di nazionalità inglese che aveva perso il contatto radio con gli enti del traffico aereo. L’intercettazione è avvenuta a nord-ovest della Sicilia a circa 80 miglia da Trapani; i caccia F-16, dopo essersi accertati visivamente dell’identificazione, hanno scortato il velivolo fino al confine dello spazio aereo nazionale.

 

 

Lo “scramble” è in gergo tecnico il decollo immediato di caccia intercettori che sotto la guida dei controllori della difesa aerea si dirigono verso un velivolo “sospetto” per accertare visivamente l’identità e per scortarlo fino ai limiti dello spazio aereo italiano. Nella maggior parte dei casi, si tratta di aeromobili che non rispondono a prestabiliti requisiti, non hanno le previste autorizzazioni al sorvolo dello spazio aereo nazionale o perdono le comunicazioni con gli organi del controllo del traffico aereo o divergono dalla rotta prevista senza validi motivi.
L'Aeronautica Militare assicura la sorveglianza e la difesa dello spazio aereo nazionale per 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, tramite un sistema di radar, velivoli e sistemi missilistici, integrato sin dal tempo di pace con quelli degli altri paesi appartenenti alla NATO. Oltre che dal 37° Stormo di Trapani, il servizio di decollo immediato e di intercettazione nei casi di allarme è svolto dal 5° Stormo di Cervia, pure equipaggiato con aerei F-16, dal 4° Stormo di Grosseto e dal 36° Stormo di Gioia del Colle (Bari), dotati invece di aerei F-2000 “Typhoon”.
 
 
 
 

Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto tratta da : www.aeronautica.difesa.it

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!