SkySpark, l'aereo completamente elettrico vola a più di 250 km/h
Friday 12 June 2009

Alle ore 20:09 del 10 giugno 2009 lo SkySpark è decollato dall'aeroporto di Torino Aeritalia. Il volo, durato pochi minuti come previsto dal programma di collaudo, rappresenta una sintesi dei primi 18 mesi di lavoro su questo ambizioso progetto per un aereo “ecologico”, interamente elettrico, alimentato con celle a combustibile a idrogeno. Oggi, 12 giugno 2009, l'aereo ha battuto il record del mondo di velocità raggiungendo i 250 km/h con un aereo interamente elettrico, ai comandi Maurizio Cheli astronauta e pilota collaudatore.
L'evento rappresenta solo una fase intermedia del progetto articolato con un fitto calendario di test e collaudi prima di passare alla seconda fase dove il sistema propulsivo elettrico verrà alimentato con celle a combustibile idrogeno gassoso montate a bordo. Progettato dalla società DigiSky, nata all’interno dell’incubatore per le imprese innovative del Politecnico di Torino, e dal gruppo di ricerca del Dipartimento di Ingegneria Aeronautica e Spaziale del Politecnico di Torino (DIASP), SkySpark è un esempio virtuoso di sintesi di forze e competenze, che ha grandi ambizioni: potrebbe essere infatti il primo aeroplano al mondo a effettuare un volo completo con pilota a bordo esclusivamente alimentato ad idrogeno. Il velivolo è spinto da un propulsore elettrico di nuova concezione ed è dotato di un controllo elettronico dalla potenza integrato con l’avionica di bordo. SkySpark è una novità significativo del suo segmento poiché si basa su tecnologie d’avanguardia e di interesse per il futuro, come l’utilizzo delle batterie a polimeri di litio per migliorare la dinamica del sistema; il motore elettrico brushless progettato per impieghi aeronautici propulsivi; il sistema di compensazione automatica per ottimizzare il funzionamento delle celle a combustibile idrogeno durante il volo; l’avionica di bordo adattabile e scalabile.

 

 

 

 


Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia :www.skyspark.eu

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!