Presentato il programma di celebrazioni in occasione dei 100 anni del volo dei Rusjan
Thursday 27 August 2009

nova_gorica_rusjan.jpgIl 25 novembre 1909 Edoardo Rusjan spiccava il volo nel cielo di Gorizia su uno dei suoi velivoli realizzati con passione insieme al fratello Bepi: un avvenimento che ora viene ricordato a Nova Gorica (Slovenia) ed a Gorizia con una serie di manifestazioni a cura della municipalità di Nova Gorica e dell’ente Provincia di Gorizia.
Il notevole programma è stato presentato il 27 agosto nella “Conferenza Stampa” del sindaco della città slovena Mirko Brulc con la partecipazione di Grazia Rusjan, nipote diretta di Edoardo e Bepi Rusjan, Roberta Demartin vice presidente della Provincia di Gorizia e Klemen Mozetic responsabile dell’evento Festa di Robin 2009 (Robin è un’emmitente radiofonica slovena che quest’anno festeggia i 20 anni di attività).

 

 

Il sindaco Brulc ha messo in rilievo come sia stato importante l’apporto dei fratelli Rusjan allo sviluppo dell’aviazione ed ha illustrato una serie di manifestazioni collegate al centenario (mostre, emissione di un francobollo, serata teatrale e film con la proiezione del documentario su questi pionieri del volo della Casablanca Film) che si concluderanno il 5 settembre con l’inaugurazione del Monumento nell’aeroporto “Amedeo duca d’Aosta” di Gorizia.
Ha lasciato poi la parola alla nipote Grazia Rusjan che ha ripercorso la vita degli zii, nipote alla quale si deve la conferma o meglio la divulgazione della loro opera pionieristica agli albori dell’aeronautica.
Il 5 settembre dunque appuntamento nell’aeroporto di Gorizia, riaperto al traffico per l’occasione a cura dell’aero club giuliano, con la partecipazione di una riproduzione volante dell’Eda 5, uno dei velivoli progettati dai Rusjan accompagnato da 23 fra velivoli ed Ulm che giungeranno dalla Slovenia e dall’Italia per sorvolare la zona del monumento sorto voluto dall’Associazione Skultura 2001, della quale fanno parte otto associazioni culturali del Quartiere Sant’Andrea, in collaborazione con l’Associazione 4° Stormo. Il manufatto è’ stato realizzato dagli studenti dell’Istituto Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilmbergo su bozzetto dei professori Jurj Smole docente dell’Accademia Belle Arti di Lubiana e Stefano Juf della stessa Scuola Mosaico.
 
 
 
 

Articolo e foto di Carlo d'Agostino

 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!