“Gira, gira l’elica e romba il motor…": una mostra racconta cento anni di aviazione a Gorizia
Saturday 19 September 2009
aeroporto_di_gorizia_-_storica.jpgCento anni fa si alzava in volo dalla “campagna piccola” di Gorizia (uno spiazzo dove si allenavano i cavalleggeri dell’Esercito austriaco) il velivolo prototipo dei fratelli Rusjan: da allora l’aviazione è stata sempre presente nella città, sia a livello militare che civile con particolare riferimento all’aeroporto “Egidio Grego”, poi “Amedeo duca d’Aosta” intitolazione che è rimasta immutata fino ai nostri giorni. L’Associazione Isonzo Gruppo Ricerca Storica di Lucinico ha ritenuto che rievocare quanto è accaduto sul campo di volo sia lo spunto per ricordare circa sessant’anni di intensa e sofferta storia per cercare di ravvivare il ricordo, specialmente nei giovani, di quella che può definirsi un’epoca storica.
Dal 1° ottobre al 1° novembre quindi si aprirà a Gorizia la grande Mostra “Gira, gira l’elica, romba il motor…” allestita dall’associazione nelle Scuderie di Palazzo Coronini-Cronberg dedicata alla storia dell’aeroporto di Gorizia, dalle prime esperienze dei fratelli Rusjan fino all’insediamento dei Reparti di Volo della Regia Aeronautica fra i quali, nel 1931, il 4° Stormo Caccia Terrestre, per arrivare fino al 1962, anno in cui fu inaugurato il monumento al Duca d’Aosta, progettato da Paolo Caccia Dominioni.
 
 
 
Con la collaborazione dell'Associazione Culturale “4° Stormo” di Gorizia, che ha messo a disposizione parte del proprio archivio fotografico, la mostra comprende riproduzioni fotografiche ed oggettistica d’epoca nonché cartoline e altre foto a tema messe a disposizione dai soci dell’associazione.
Sarà ripercorsa anche la storia della base con le sue integrazioni di infrastrutture – parte delle quali ancor oggi visibili – che ne fecero una delle più importanti in Italia, saranno ricordati gli eventi del periodo bellico 1940-45 e delle successive occupazioni straniere, fino alla decadenza del complesso aeroportuale.
Particolarmente importante la presenza di venti uniformi provenienti dalle collezioni personali di alcuni membri dell'Associazione “Isonzo”, del personale dei reparti che ebbero sede in aeroporto nel corso della sua operatività comprese le combinazioni da volo. Diversi cimeli storici, modellini di aerei in servizio presso l'aeroporto ed altri reperti concernenti la rievocazione, troveranno posto in bacheche sistemate nelle sale espositive. Infine l’oggettistica militare e cartacea, troverà posto in apposite vetrine concesse in uso dalla Biblioteca Statale Isontina.
La Mostra sarà inaugurata alle 18,30 del 1° ottobre alla presenza di Autorità civili e militari e di una rappresentanza di ufficiali del 4° Stormo di Grosseto che poi parteciperanno alle 19 nello stesso luogo alla presentazione, da parte del gen.SA Gianbortolo Parisi presidente nazionale dell’Associazione Arma Aeronautica, del libro “Una puntata nell’azzurro – storia di un pilota del 4° Stormo” edito dall’Associazione 4° Stormo con il fattivo contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.
 
 
 
 
 

Articolo e foto di Carlo d'Agostino

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!