Presentato oggi “GATE XXI, dall’ultraleggero al satellite”
Thursday 15 October 2009
E' stato presentato oggi presso la Camera dei deputati “GATE XXI, dall’ultraleggero al satellite”, la prima esposizione internazionale organizzata in Italia dedicata al mondo dell’aeronautica, dello spazio e degli aeroporti, che si terrà a Roma all'Aeroporto dell'Urbe dal 21 al 24 gennaio 2010; le prime due giornate saranno riservate agli incontri d’affari tra imprese di tutto il mondo, mentre sabato 23 e domenica 24 gennaio il salone sarà aperto al pubblico che potrà visitare i 4.000 mq. di stand espositivi, ammirare elicotteri e aerei e provare un simulatore di volo.
Secondo Mario Valducci, presidente della Commissione Trasporti alla Camera, GATE XXI rappresenta una grande occasione per riaffermare la centralità del comparto aerospaziale italiano per la crescita economica del nostro Paese. Valducci ha sottolineato l’importanza dei nuovi piani di sviluppo degli aeroporti di Fiumicino e Malpensa (presentati ieri) che prevedono circa 4,5 miliardi di investimenti nei prossimi otto/dieci anni (3 miliardi per Fiumicino e 1,5 per Malpensa) necessari per trasformare i due principali scali nazionali in moderne infrastrutture destinate ad accogliere 120 milioni di passeggeri nel 2020.
 
 
 

GATE XXI sarà un appuntamento di grande rilevanza in grado di offrire alle industrie del comparto aerospaziale l'opportunità di presentare i loro prodotti e di avviare trattative commerciali; al salone sono state invitate 60 aziende espositrici e oltre 150 buyers internazionali provenienti da 20 paesi, tra cui la Russia, l'area dell'Est Europa e del Nord Africa.
Il presidente dell’ENAC, Vito Riggio, ha affermato che GATE XXI rappresenta una grande opportunità per sviluppare partnership e accordi di cooperazione tra le imprese e i centri di ricerca del comparto aerospaziale italiano e i grandi gruppi a livello mondiale. "Superata l’attuale crisi," ha aggiunto Riggio, "l’aumento del traffico aereo richiederà maggiore coordinamento tra i vari enti e autorità di regolazione tecnica e vigilanza del settore dell'aviazione civile ed ha auspicato la creazione di un’unica agenzia indipendente per la gestione del trasporto aereo in Italia."
GATE XXI ospiterà anche convegni sui principali temi riguardanti le politiche del trasporto aereo, i mutamenti derivanti dalla liberalizzazione e privatizzazione del settore, l’adeguamento alle regole della legislazione comunitaria, l’innovazione tecnologica e l’ambiente. Gli incontri sono organizzati dal Centro Studi Demetra, istituzione scientifica attiva nella promozione di iniziative di carattere formativo, giuridico ed economico nel settore dell’aviazione civile. I convegni riguarderanno le prospettive del volo ultraleggero nel sistema della mobilità aerea, le nuove regole per l’allocazione degli slot e il prossimo seminario mondiale sulla sicurezza del volo organizzato dalla Flight Safety Foundation a Milano nel novembre 2010, in collaborazione con la Fondazione 8 Ottobre.
A GATE XXI sarà presente anche l'Agenzia Spaziale Italiana. Il presidente dell’ASI, Enrico Saggese, ha ricordato che l’avventura spaziale italiana è iniziata nel 1964 con il lancio del satellite San Marco per lo studio dell’atmosfera terrestre. Negli ultimi due decenni l’ASI si è affermata come uno dei più importanti attori mondiali sulla scena della scienza e delle tecnologie spaziali; oggi l'Italia è il terzo paese che contribuisce maggiormente all'Agenzia Spaziale Europea, quanto a livello mondiale, con uno stretto rapporto di collaborazione con la NASA.
"In tutte le principali missioni pianificate per i prossimi anni - da Venere alle comete, fino ai limiti estremi del nostro Sistema solare - ci sarà un pezzo di Italia;" ha affermato Saggese.
Alla presentazione di GATE XXI sono intervenuti anche Alessio Quaranta, direttore generale E.N.A.C. e Massimo Garbini, Responsabile Area Operativa ENAV, il quale ha sottolineato l’impegno della società pubblica per la riduzione dell’impatto ambientale e per lo sviluppo di ecosostenibile del traffico aereo con investimenti di circa 100 milioni di euro entro il 2010.

 

 

 


Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : Ufficio Stampa Euro Forum

 

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!