Volandia: presentato all'assemblea dei soci il punto sui lavori e il nuovo CA18 restaurato
Friday 18 December 2009
volandia_caproni_ca18.jpgSi è svolto oggi, nel corso di un affollata assemblea dei soci, un primo punto sui lavori al parco e museo del volo di  Volandia. L’occasione anche per presentare il nuovo arrivo (appena restaurato) del velivolo CA18 e per la consegna simbolica di un banco di lavoro donato da Usag ai volontari dell’associazione amici di Volandia. Tra i presenti i rappresentanti di provincia di Varese e di numerosi comuni del territorio, insieme ai volontari e al CdA al completo.
Durante una breve introduzione il presidente della fondazione, Marco Reguzzoni, ha ripercorso velocemente il prossimo museo illustrando, piantine alla mano, quello che, a primavera, dovrebbe diventare realtà. Si partirà dall’origine del volo, passando per un’area dedicata all’ala fissa e un’altra all’ala rotante, fino ad arrivare al volo del futuro con il convertiplano (uno dei due mock up unici al mondo arriverà dall’America e sarà esposto proprio a Volandia).
 
 
 
Un’attenzione particolare sarà dedicata ai bambini con aree al coperto in cui si potrà giocare (tutto rigorosamente a tema volo) dagli 0 ai 14 anni per poi passare all’area adulti con simulatori e ambientazioni studiate per stimolare i 5 sensi e catturare sia i tecnici che i neofiti del volo.
Inoltre una sala convegni da 180 posti, una biblioteca multimediale e una palazzina dedicata alle aziende del territorio. Di fondamentale importanza per la vita di Volandia infine il collegamento con l’Aeroporto di Malpensa, che Sea a garantito per la primavera e che metterà in contatto diretto e veloce Volandia con Milano e il resto del mondo.
"La conclusione dei lavori strutturali per mettere in sicurezza e ristrutturare questo fantastico esempio di archeologia industriale è prevista per il mese di marzo," spiega Marco Reguzzoni, "a quel punto ci si concentrerà sugli allestimenti delle aree nude. Tutto questo, grazie ai contributi di Regione Lombardia, provincia di Varese e Fondazione Cariplo, insieme ai comuni soci, Finmeccanica e Sea. Ma cercheremo anche altri sponsor privati con cui stiamo già prendendo contatto per sviluppare comarketing e cambi merce." A seguito dell’Assemblea dei soci si è svolta la presentazione del velivolo appena restaurato dall’Associazione AREA: il CA18. Il velivolo risale all’aprile del 1913, quando Gianni Caproni lo fece costruire per il concorso militare di Torino Mirafiori. Il biposto fu scelto poi come apparecchio di ricognizione ma mai utilizzato. Il velivolo esposto a Volandia è di proprietà della famiglia Caproni e concesso in commodato d’uso alla Fondazione Museo dell’Aeronautica.
Infine il presidente Reguzzoni ha accompagnato i media in una visita guidata in anteprima nei padiglioni interessati dai lavori di ristrutturazione che ospiteranno il più grande museo d’Europa dedicato al volo. Restano sospese, per ragioni di sicurezza, le aperture al pubblico domenicali in attesa dell’apertura ufficiale del parco e museo del volo del 2010, anno nel quale si celebrerà anche il centenario del primo volo a Malpensa del Caproni CA01, attualmente esposto a Volandia.
 
 
 
 

Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : Ufficio Stampa Volandia
Foto: Ufficio Stampa Volandia

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!