Nel 2009 calo degli incidenti di competenza EASA
Friday 08 January 2010
Il 2009 è stato l'anno con il minor numero di incidenti aerei riguardanti i 31 stati membri dell'European Aviation Safety Agency (EASA). Tuttavia questo dato positivo è stato funestato dal grave incidente occorso a un Airbus A330 in volo sull'Atlantico, si è trattato dell'unico incidente mortale occorso a velivoli immatricolati per uso commerciale nei paesi EASA. Nonostante questo unico incidente, il numero di decessi del 2009 (228 vittime) è stato più alto rispetto alla media degli anni precedenti.
Secondo i dati preliminari il numero di incidenti senza vittime del 2009 (24) indica che ci sono stati importanti progressi in campo di sicurezza. Il decennio 1999-2008 ha registrano una media annua di 27 incidenti non mortali e di cinque incidenti mortali con 92 vittime.
 
 
 
Per quel che riguarda le regioni non appartenenti all'EASA il 2009 è stato funestato dal grave incidente avvenuto a un Airbus A310 alle Comoro e a un Tupolev 154 in Iran; in totale ci sono stati 41 incidenti mortali che hanno coinvolto velivoli registrati in paesi non aderenti all'EASA. Si tratta anche in questo caso di un calo rispetto ai valori medi del decennio 1999-2008 (51 incidenti mortali), tuttavia non è il valore più basso registrato negli ultimi anni.
I dati preliminari del 2009 riguardanti gli incidenti che hanno coinvolto elicotteri utilizzati per il trasporto commerciale hanno evidenziato che l'anno appena passato ha visto una diminuzione del numero di incidenti registrando il secondo dato più basso dell'ultimo decennio: solo nel 2000 il numero di incidenti mortali fu più basso. Secondo i dati dell'agenzia il numero di incidenti avvenuti nell'area EASA rimane comunque basso.
Ulteriori informazioni sulla sicurezza dell'aviazione civile verranno rese note con la pubblicazione, a cura dell'EASA, dell'Annual Safety Review 2009.
 
 
 

Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : European Aviation Safety Agency Communications Department

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!