Gate XXI: a Roma Urbe la prima esposizione internazionale in Italia dedicata all'aerospazio
Friday 15 January 2010
Sarà inaugurata a Roma giovedì 21 gennaio alle ore 10 all'Aeroporto dell'UrbeGate XXI, dall’ultraleggero al satellite”, la prima esposizione internazionale organizzata in Italia dedicata al mondo dell’aerospazio
Gate XXI sarà l’occasione per riaffermare la centralità del comparto aerospaziale italiano (aeronautica, spazio e aeroporti) per la crescita economica del nostro Paese; nel 2006 infatti le industrie italiane del settore, con 5,5 miliardi di euro di esportazioni e un saldo attivo di 4,5 miliardi, hanno contribuito a ridurre il deficit commerciale di 21 Mld di euro, sviluppando occupazione e un tessuto di imprese ad alto contenuto tecnologico diffusi su tutto il territorio nazionale.
Le prime due giornate della manifestazione (21 e 22 gennaio) saranno riservate all’industria e ai professionisti del settore, presenti a Gate XXI con 35 aziende e oltre 100 buyers internazionali provenienti da 10 paesi, tra cui Russia, Bulgaria, Romania, Ungheria, Marocco e Israele.


Quattro i convegni organizzati dal Centro Studi Demetra, con il supporto di ENAC, ASI e ENAV, sui principali temi delle politiche del comparto aerospaziale, dalla gestione degli aeroporti, alla sicurezza delle procedure d’imbarco dei passeggeri, ai progetti satellitari italiani.
  • Giovedì 21 gennaio 2010 alle ore 10:00 si svolgerà la tavola rotonda su “Allocazione degli Slots – Regole e Modelli”.
  • Sempre il 21 gennaio,  alle ore 16:00 si terrà la presentazione del libro “Lo spazio oltre la terra – Viaggio verso il futuro” e la proiezione di un videomessaggio dell’astronauta Roberto Vittori.
  • Venerdì 22 gennaio 2010 alle ore 10:00, Bill Voss presidente della Flight Safety Foundation presenta la 63° Edizione dell'International Air Safetyu Seminar 2010 (IASS) che si terrà a Milano il prossimo novembre in collaborazione con la Fondazione 8 Ottobre.
  • Sabato 23 gennaio 2010, alle ore 10:00, convegno su “Le prosettive del volo ultralggero nel sistema della mobilità aerea”.


Sabato 23 e domenica 24 gennaio il Gate XXI sarà aperto anche al pubblico dei non addetti ai lavori che potrà visitare gli stand espositivi e partecipare alle numerose iniziative in programma, tra cui:

- la proiezione del filmato “Umberto Guidoni, storia di un astronauta” e dei tre documentari dell’Istituto Luce, “Gli Atlantici”, “Piloti” ed “Ali Italiane” che rievocano le gesta più gloriose dell’aviazione Italiana;
- le mostre “Aquile Rosa” e “Donne in volo” dedicate all’aviazione femminile, oggi di grande attualità grazie al film sulla leggendaria pilota americana Amelia Earhart; un appassionante viaggio attraverso le foto e i documenti originali provenienti anche dall’archivio di Fiorenza De Bernardi, la prima donna italiana pilota di linea;
- le evoluzioni degli aerei utraleggeri che arriveranno da tutta Italia all’Aeroporto dell’Urbe, in quello si preannuncia come il maggiore raduno nazionale del settore;
- i voli sulla capitale organizzati dell’Aeroclub di Roma;
- la presentazione delle attività dell’associazione “Baroni Rotti”, i pionieri del volo a motore in Italia per i disabili, che con la loro grande passione ed esperienza abbattono qualsiasi barriera per aiutare tutte le persone che non riescono a “decollare”.
- la mostra di rari cimeli storici e documenti legati alla figura di Filippo Tommaso Marinetti, il fondatore del Futurismo, provenienti dalla collezione di Maria Fede Caproni, figlia del fondatore della omonima industria aeronautica italiana;
- provare il simulatore di volo della Diamond Aero, presente all’interno dell’Aeroporto dell’Urbe;
- visitare lo Stand dell’Aeronautica Militare e la postazione per l’elaborazione delle previsioni meteorologiche;
- ammirare i caccia da combattimento ricostruiti con passione e impegno dal Falco Club e gli aerei storici restaurati dal Club di Aviazione Popolare;
- visitare lo stand della Scuola di Ingegneria Aerospaziale e della Facoltà di Scienze dell’Aeronautica dell’Università “La Sapienza” di Roma, con docenti a disposizione degli studenti delle scuole superiori per illustrare le prospettive di studio offerte a livello universitario dal settore aeronautico ed aerospaziale.

"GATE XXI rappresenta una grande opportunità per favorire partnership e accordi di cooperazione tra le imprese del comparto laziale e i grandi gruppi a livello mondiale." Spiega un comunicato dell'organizzazione. "Con 5 miliardi di euro di fatturato e 30 mila occupati, quello aerospaziale è un settore strategico per il sistema produttivo del Lazio. Ne fanno parte 250 aziende, 10 importanti enti di ricerca, 5 università pubbliche, con 4 facoltà di ingegneria, 12 dipartimenti e 30 programmi universitari di formazione (corsi di laurea specialistici, master e dottorati) che riguardano l'aerospazio. Numerosi i progetti di ricerca che coinvolgono circa tremila docenti universitari, ricercatori e altri specialisti."
Tra i primi risultati di rilievo internazionale del Dta (distretto tecnologico aerospaziale) del Lazio la creazione del Galileo Test Range, il laboratorio per la sperimentazione del segnale della futura costellazione satellitare europea e la realizzazione di numerosi programmi di ricerca per lo sviluppo delle tecnologie spaziali da impiegare nei trasporti, nell’ambiente e nelle telecomunicazioni e capaci di produrre importanti benefici per il “cittadino-utente finale”.

 

 

 

 


Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Gate XXI

 

 

 

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!