Gorizia: inaugurata la mostra fotografica dell'ONFA e presentato il libro del capitano pilota Monti
Friday 17 September 2010

mostra_gorizia.jpgL'evento organizzato dall'Associazione Culturale 4°Stormo di Gorizia, che prevedeva l'inaugurazione della Mostra Fotografica sull'Onfa a Gorizia, la presentazione del libro del professor Bernardo Monti ddicato al padre capitano pilota Luigi Monti, edito a cura dell'Associazione stessa e l'intervento del FAI Fondo Ambiente italiano con Franca Bardusco Giasone che ha illustrato l'iniziativa di carattere nazionale della Fondazione "Puntiamo i rifletttori" riservato all'aeroporto di Gorizia, si è svolto nella città giuliana giovedi 16 settembre con pieno successo, come sempre nella tradizione dell'Associazione 4° Stormo, pilotata con determinazione - si può dire dato che si tratta di un pilota del'Alitalia ora in quiescenza - dal comandante Fulvio Chianese.
La Mostra fotografica riguarda l'Onfa a Gorizia, Istituto che ebbe sede nel 1930 nella frazione di San Pietro, ora in Slovenia, un ampio terreno comprendente la villa settecentesca della contessa Teresa Norman-Ehrenfels in Coronini. L'Istituto intitolato a Umberto Maddalena, rimarrà a Gorizia fino all' 8 settembre 1943. Pochi giorni dopo, in un clima teso e incerto,  per motivi di sicurezza l’istituto verrà sgomberato e gli allievi trasferiti con automezzi della 2^ZAT prima a Casarsa e poi in treno a Loreto.

 

 

All'inaugurazione erano presenti in divisa 25 allievi della sede ora di Cadimare con il comandante della Scuola colonnello Bonfica, autorità civili di Gorizia fra le quali i rappresentanti del Sindaco e della Provincia e numerosi cittadini che hanno potuto ammirare i 24 grandi pannelli sistemati nel Cortile interno della Biblioteca Statale Isontina.
Al termine, trasferimento degli invitati nella sala Conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, per assisstere a quanto previsto dal programma: la relazione di Domenico Rana, responsabile dell'Ufficio ENAC degli aeroporti di Ronchi dei Legionari e di Gorizia, l'illustrazione dell'iniziativa "Puntiamo di riflettori" della capo delegazione del FAI Franca Bardusco Giasone e la presentazione del libro sul capitano Monti tenuta dal figlio Bernardo.
Veramente interessante la relazione di Rana, che dopo avere ricordato i problemi connessi all'attività dei cosiddetti "aeroporti minori" ha ampiamente ed esaurientamente chiarito l'attuale situazione dell'aeroporto di Gorizia ed i probabili futuri sviluppi.
Da parte sua la Bardusco ha ricordato l'attività del FAI rivolta alla salvaguardia dei beni culturali e paesaggistici e l'iniziativa "Puntiamo i riflettori" che avrà pratico svolgimento il 27 settembre con "Aeroporto Aperto" che vedrà la presenza nell'aeroporto cittadino dei "ciceroni" dell'Associazione 4° Stormo che illustreranno la storia dell'aeroporto con la visita dei manufatti ancora esistenti nel sedime aeroportuale, in mattinata agli allievi delle scuole medie e nel pomeriggio alla cittadinanza ed a chiunque vorrà partecipare, il tutto animato da voli di aeromodelli degli specialisti italiani e sloveni.
Una "Tavola rotonda" in via di organizzazione si aprirà il 16 ottobre presso la Sala della Provincia, con intervento di importanti relatori interessati in vario modo alla sopravvivenza di un aeroporto abbandonato per decenni dopo la fine del secondo conflitto mondiale ma al quale si stanno aprendo interessanti prospettive di sviluppo.
In conclusione presentazione del libro "Sono un pilota, non un criminale" edito dall'Associazione con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, che da anni appoggia le iniziative editoriali dell'Associazione, ma che ha già annunciato che non potrà più farlo per il prossimo anno, dopo la consueta richiesta avanzata per una nuova pubblicazione già in corso di preparazione; l'Associazione ha comunque assicurato che troverà il modo, ed i fondi, per non terminare un ciclo fondamentale per"salvare la memoria" della storia dell'aeronautica militare che ha avuto riflessi nella regione Friuli Venezia Giulia.
 
 
 
 

Articolo e foto di Carlo d'Agostino

 
 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!