Cento anni di modelli volanti: in un volume la storia dell'aeromodellismo italiano
Saturday 13 August 2011
Verrà presentato il prossimo 20 agosto, a Calcinatello di Calcinato in occasione dei Campionati Mondiali elicotteri radiocomandati F3C, il nuovo libro sulla storia del modellismo aereo, edito dalla FIAM - Federazione Italiana Aero Modellismo, e risultato da una appassionata ricerca svolta dal "gruppo di lavoro" formato da Loris Kanneworff (uno dei più importanti nomi dell'aeromodellismo italiano, sia dal punto di vista agonistico sia da quello di profondo scrittore tecnico di aerodinamica e costruzioni modellistiche, purtroppo scomparso nel 2010, prima che il frutto del suo impegno vedesse la luce), Flaviano Fermi (ora presidente del collegio dei probiviri della FIAM, anch'egli aeromodellista e direttore responsabile della ex “Rassegna di Modellismo), Franco Bugada (aeromodellista, ingegnere aeronautico e giornalista collaboratore di varie riviste di settore) e Carlo d'Agostino (noto giornalista aeronautico, autore di varie pubblicazioni, e  prezioso collaboratore del nostro sito), che assieme si sono assunti l'onere di coordinare tutto il lavoro redazionale.
Le scelte a carattere generale sono state prese dal presidente della FIAM Adolfo Peracchi (noto per il suo passato sportivo nazionale ed internazionale) che ha redatto la prefazione e il capitolo riguardante la storia della FIAM.
"Riassumere cento anni di storia," afferma un comunicato della FIAM, "non è stato certamente un compito facile, soprattutto nel reperimento di materiale informativo (cronache, articoli di carattere tecnico, testimonianze e quant'altro utile a far affiorare un'epopea iniziata in Italia nel 1911) e lo stesso vale per il materiale iconografico (disegni, schizzi, fotografie)."
 
 
 
Ricerca difficile soprattutto per la scarsità di documentazione dei primi anni, compresi in quella che nel libro è stata chiamata l’ epoca eroica.
"Molto interessanti,"prosegue il comunicato, "i documenti a partire dagli anni '30 quando la stampa specializzata raggiunse livelli degni di interesse."
Tra questi organi di stampa certo figurava la rivista "L'Aquilone" che in pratica tracciò la strada dell'aeromodellismo italiano fino al dopoguerra, quando venne sostituita da altre pubblicazioni di buon livello.
Il periodo preso in considerazione va dal 1911 al 2005 (dopo sarebbe diventato cronaca e non storia) e qualche cifra può rendere l'idea dell'impegno profuso dai vari responsabili per giungere alla pubblicazione di questo "100 anni di modelli volanti - storia dell'Aeromodellismo Italiano", che gli autori sono certi costituisca una pietra miliare - anche se non esaustiva - nel settore specifico, dal punto di vista agonistico, sportivo e tecnico, pur non addentrandosi dettagliatamente nei sistemi costruttivi e nelle teorie aerodinamiche, visto lo scopo è prevalentemente storico.
"Si è voluto soprattutto “non perdere la memoria” di quello che si faceva, di come lo si faceva e di chi lo faceva anche se lo spazio tiranno non ha consentito di citare tutti i nomi che gli autori avrebbero voluto." Prosegue il comunicato di FIAM. "Ma, fra di essi si ritrovano anche quelli di famosi progettisti aeronautici passati dai modelli agli aerei come Bazzocchi, Preti, Ciani, Frati, Della Torre, uno scienziato nel campo della microelettronica come Murari e tanti altri noti professionisti cui l’aeromodellismo giovanile ha dato un’ impronta di precisione e inventiva. In quindici mesi di lavoro sono stati intervistati oltre un centinaio di aeromodellisti di tutte le epoche e quindi di tutte le età, raccolte e catalogate quasi un migliaio di fotografie delle quali sono state scelte circa il 50% a corredo del testo, sentiti i parenti degli aeromodellisti scomparsi, controllati dati, statistiche, prospetti provenienti dalle fonti più disparate: tutto per consentire una visione d'assieme di un’ interessante, avvincente e entusiasmante attività quale è l'aeromodellismo."
 
 
 

Redattore  : Carlo Dedoni

Fonte della notizia : FIAM - Federazione Italiana Aero Modellismo

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!