Gorizia: commemorata la costituzione del 4 Stormo
Monday 05 September 2011

commemorazione_a_gorizia.jpgRicordato a Gorizia l'ottantesimo anniversario della costituzione del IV Stormo Caccia Terrestre, un anniversario che non poteva essere ignorato dall'Associazione Culturale IV Stormo di Gorizia con un direttivo costantemente impegnato per "salvare la memoria" degli avvenimenti riguardanti la storia della nostra Aeronautica Militare. Nei giorni 1 e 2 settembre quindi, di concerto con la sezione locale dell'Associazione Arma Aeronautica, sono stati organizzati degli importanti eventi con la partecipazione della cittadinanza che vide nascere nell'aeroporto cittadino nel settembre 1931 il reparto di volo sulla cui bandiera sono appuntate la Medaglia d'Oro e la Medaglia d'Argento al Valor Militare. Il 1 settembre incontro nel Palazzo Comunale dei due sindaci delle città gemellate di Gorizia e Grosseto, per uno scambio di saluti alla presenza di Fulvio Chianese, presidente dell'Associazione IV Stormo, di Claudio Marega, presidente della sezione dell'Associazione Arma Aeronautica locale, e del colonnello Michele Morelli, attuale comandante del reparto di volo. Il giorno successivo, appuntamento nei pressi dell'aeroporto, nella zona sovrastata dal viadotto "IV Stormo" per lo scoprimento della targa della nuova via "col. Ernesto Botto". Al termine, proseguimento della mattinata con lo scoprimento del Cippo per il pilota serg. Clemente Bonfatti della Scuola Caccia di Gorizia caduto nei pressi dell'aeroporto nel 1940, recuperato e restaurato a cura dell'Associazione IV Stormo, che ha trovato sistemazione accanto al Cippo eretto nel 1975 in occasione del 16° Raduno del personale del IV Stormo sottoposto a rifacimento dalla locale sezione della AAA e deposizione di una corona d'alloro al monumento dedicato al duca d'Aosta con la partecipazione di tutte le autorità e di un numeroso pubblico.

 

 

Il momento della deposizione della corona è stato sottolineato dall'inconfondibile rombo del motore dell'AT6 di Sandro Pagliarin di Grosseto, proprietario e pilota dell'indimenticabile "giallone", che dopo un passaggio a bassa quota sul luogo della cerimonia ha evoluito nel cielo a ricordo delle passate glorie del campo di volo per la sopravvivenza del quale si stanno aprendo interessanti prospettive. Gli onori di casa sono stati a cura della sezione di Gorizia della AAA guidata dal presidente Marega, che in aeroporto ha la sua sede storica e che ha prestato piena collaborazione per l'organizzazione dei vari eventi in sinergia con l'Associazione IV Stormo.
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Associazione IV Stormo

Foto: Ufficio Stampa Associazione IV Stormo

 
 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!