Presentato a Trieste il libro "VOLARE, dai campi di Gorizia in giro per i cieli del mondo"
Thursday 10 November 2011
copertina_libro_volare.jpgNei giorni scorsi è stato presentato a Trieste, al Caffè Tommaseo, uno dei locali storici del capoluogo del Friuli Venezia Giulia, una simpaticissima pubblicazione di circa 80 pagine nella quale Marina Cerne più che descrivere, ricorda le sue esperienze di volo strettamente collegate alle sue amicizie nell'ambiente aeronautico goriziano e triestino.
Dalle vicende incredibili di un viaggio in Lituania per acquistare un aliante, ai numerosi voli come pilota d'aliante ma soprattutto come passeggera con gli amici che non potevano rifiutargli un volo, ai pensieri che sorgono in mente quando si sorvolano le montagne con i loro colori, al suo primo volo in California nato da un cartello visto si bordi di un campo di volo che prometteva voli turistici.
"Il campo era sparito totalmente," si legge nel libro, "e sotto di noi c'era il mondo azzurro indefinito con una leggera curvatura agli orizzonti. Il sole, anche lui più basso di noi, ci rincorreva con raggi abbaglianti ora a destra, ora dietro, ora a sinistra, giocando con ombre e riflessi che mutavano ad ogni tornante." Un volo che convincerà l'autrice che volare è semplicemente bello!
Marina Cerne è nata a Trieste ed ha studiato a Firenze, Nancy e Saarbruecken, è stata funzionario di diverse organizzazioni internazionali e diretto per vent'anni l'Ufficio Formazione della Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale SIOI di Roma, ha svolto diversi incarichi importanti ed ora vive a Gorizia dove ha collaborato alla creazione della Biblioetca della Facoltà di Scienze Internazionali e Diplomatiche dell'Università. Un libro "VOLARE, dai campi di Gorizia in giro per i cieli del mondo" tutto da leggere ed anche da guardare, con i tramonti ed altre illustrazioni a colori dei dipinti a olio di Argentina Cerne (1900 - 1972) appartenenti alla collezione della nipote. La realizzazione editoriale e stampa è della Tipografia Adriatica.
 
 
 

 

 

Articolo e foto di Carlo d'Agostino

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!