Air Partner chiude in positivo l'anno finanziario
Saturday 17 December 2011
Air Partner, società specializzata nel settore del brokeraggio aeronautico, ha chiuso l’anno finanziario con segno positivo.
"La strategia di concentrarsi sul core business, il noleggio di aeromobili, ha portato con successo a un incremento del fatturato a 282 milioni sterline (322 milioni euro) con una crescita del 23% e un utile netto (pre tasse) pari a 5,3 milioni di sterline (6 milioni euro) quasi raddoppiato rispetto ai 2,7 milioni di sterline dell’anno 2009-2010." Spiega un comunicato della società. "Air Partner conferma la sua solidità finanziaria, con un rapporto di indebitamento a zero e una crescita dei dividendi del 10%. La divisione Commercial Jet, la più grande del gruppo, ha contribuito per il 60% a questo successo, fornendo un fatturato di 170 milioni di sterline (+49% rispetto al 2009-2010 pari a 114.3 milioni di sterline). La divisione Private Jet, con un apporto del 14% al fatturato complessivo, resta particolamente sensibile alla crisi, ma rimane oggetto di investimenti con il rafforzamento dei team in molti paesi e l’apertura di nuovi uffici (per esempio, quello di Montecarlo). La divisione Cargo, accusa un leggero calo del fatturato rispetto all’anno precedente, tuttavia l’impegno a fornire servizi a differenti settori dell’industria e del commercio, ha portato a un aumento del 19% del numero dei clienti. Forte è stato il contributo giunto dalle filiali europee di Air Partner, soprattutto dall’Italia, Francia, Germania e Austria."



Alessio Altamura, country manager della filiale italiana, ha commentato: “Nonostante la contrattura del mercato, siamo riusciti, grazie alla diversificazione dell’offerta a incrementare il nostro fatturato del 14% rispetto all’anno precedente. In questo momento di grandi incertezze, la solidità finanziaria, l’alta professionalità e l’attenzione per il cliente sono i nostri punti di forza.”
 
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia:Ufficio Stampa Air Partner

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!