F-35A raggiunge un traguardo fondamentale per l'avanzamento del programma
Tuesday 11 September 2012
Il 10 settembre è cominciato per alcuni ufficiali dell’Air Force il programma di valutazione detto F-35A Lightning II Operational Utility Evaluation, un passaggio necessario per iniziare la formazione e prestare servizio come piloti e manutentori joint strike fighter. La valutazione, che si prevede durerà circa 65 giorni, coinvolgerà due piloti del 33° Fighter Wing insieme a due test pilot dell'Air Force.
Dopo il Military Flight Release di febbraio, undici piloti da caccia esperti si sono esercitati nelle funzioni di base dell’F-35A, per prepararsi a diventare il primo gruppo delle forze armate dedicato al caccia di quinta generazione. Il Maggiore John Wilson e il Maggiore Matthew Johnston, i piloti del 33° FW che affronteranno la valutazione, sono pronti per sottoporsi a un rigoroso percorso che prevede un'attenta analisi dei dati provenienti da tutti i diversi momenti della formazione JSF: manutenzione, lezioni frontali, simulazioni e voli.

 
 
 
Questo risultato raggiunto dall’Air Force sarà il primo passo verso la formazione relativa ad altri servizi e per gli alleati. Lo squadrone è responsabile della formazione dei piloti e dei manutentori. In un primo momento saranno basati a Eglin 59 velivoli e tre squadroni di volo, uno per ciascun servizio/variante di velivolo. Il 33° FW ha condotto oltre 200 missioni di volo con il JSF, sia nella variante A che B, con l’obiettivo di aumentare la familiarità di piloti e manutentori con il velivolo, metter a punto le infrastrutture logistiche e continuare a sviluppare la maturità del velivolo. Questi voli iniziali con l’F-35A sono stati circoscritti, organizzati e condotti nel rispetto delle restrizioni e condizioni disposte a febbraio dal Military Flight Release. Ora che l’ordine è stato aggiornato per OUE, sono stati completati i necessari controlli formali del Joint Program Office e dell’AFOTEC e, secondo gli ufficiali in servizio, sia le valutazioni delle operazioni dell’area AETC sia gli esami di sicurezza confermano che la Air Force è pronta per affrontare la OUE in modo sicuro ed efficace.

 

 

 


Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Lockheed Martin

 

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!