ENAV completa il rinnovamento della flotta per le radiomisure
Thursday 27 December 2012
piaggio_p180_flight_ispections_enav.jpg
ENAV ha completato il totale rinnovo della propria flotta di velivoli per le radiomisure con l’acquisto di un nuovo Piaggio Aero P.180 Flight Inspections, il quarto aeromobile di questo tipo di cui si dota la società nazionale per il controllo del traffico aereo. Il servizio di radiomisure,è composta da quelle attività di controllo dei radio aiuti alla navigazione aerea in rotta e dei sistemi di precisione per l’atterraggio con cui si verificano validità ed affidabilità dei segnali radioelettrici trasmessi. Si tratta di un servizio essenziale, necessario per fornire ai velivoli le corrette indicazioni nelle fasi di navigazione, di decollo e di atterraggio in funzione della massima sicurezza del volo. 
Il programma di rinnovo della flotta era iniziato nel marzo 2009, quando ENAV ha acquistato i primi due P.180 Flight Inspections, a seguito di una gara europea, per dare vita ad una flotta omogenea che consentisse un’ottimizzazione dei controlli in volo, un forte contenimento dei costi di manutenzione e una razionalizzazione della formazione dei piloti in termini di abilitazioni. 

 

 

Il terzo fu consegnato nel giugno 2012, mentre quest’ultimo aeromobile sarà consegnato nella primavera 2013. Sul territorio nazionale la flotta radiomisure ENAV svolge la propria attività effettuando circa 2.000 ore di volo l'anno.
“L’omogeneità della flotta e il connubio di qualità e contenimento dei costi," ha dichiarato Massimo Garbini, amministratore unico di ENAV, "ci consentono di proseguire la nostra espansione nei mercati esteri anche per questa attività. L’allestimento dei velivoli radiomisure ENAV è infatti riconosciuto come tra i più avanzati al mondo per la certificazione degli ausili alla navigazione aerea. Grazie a questo, per esempio, nel maggio scorso abbiamo vinto due gare internazionali in Kenya e Romania per fornire il servizio di Radiomisure per la certificazione e la calibrazione dei segnali radioelettrici dei sistemi di assistenza al volo degli aeroporti di ambedue i paesi”.
 
 
 

Redattore : Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa ENAV

Foto: Ufficio Stampa ENAV

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!