Aereo scomparso a Los Roques: dopo primi elementi documentali, prosegue l'inchiesta di ANSV e JIAA
Wednesday 16 January 2013
Continua l'inchiesta sulla scomparsa, avvenuta lo scorso 4 gennaio in Venezuela, all’aeromobile BN2 Islander marche YV-2615, decollato da Los Roques con destinazione Maiquitia con a bordo quattro passeggeri italiani e due membri di equipaggio.
L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV), nei limiti di quanto previsto dalla normativa internazionale in materia, sta partecipando con un proprio investigatore presente in Venezuela all'inchiesta di sicurezza avviata dall’omologa autorità investigativa del Venezuela (JIAA, Junta investigadora accidentes aeronauticos).
"A seguito delle attività messe in campo dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo sulla base di quanto contemplato dalla normativa internazionale in materia (Allegato 13 alla Convezione relativa all’aviazione civile internazionale)," si legge in un comunicato dell'Agenzia, "si informa che, nell’ambito dell’inchiesta di sicurezza avviata dalla competente Autorità investigativa venezuelana a seguito della scomparsa in data 4 gennaio 2013 dell’aeromobile BN2 Islander marche YV-2615, è emerso dalla documentazione ad oggi acquisita quanto segue: - la compagnia aerea coinvolta nell’evento non era ancora titolare di regolare certificato di operatore aereo; - il comandante del velivolo, pur avendo superato i 65 anni di etá, era ancora abilitato dalla normativa vigente in Venezuela all’esercizio della propria licenza ATPL (Airline Transport Pilot Licence) all’interno del solo spazio aereo nazionale (RAV 60 - Sezione 43: Restricciones de las licencias de los pilotos); - lo stesso comandante aveva la prescritta idoneità psicofisica al volo scaduta in data 30 novembre 2012."
L'ANSV specifica che: "in mancanza di ulteriori elementi di indagine, i citati aspetti non rappresentano al momento fattori causali direttamente correlabili alla dinamica dell’evento, ma costituiscono unicamente elementi fattuali raccolti dalla citata Autorità investigativa venezuelana e resi disponibili, alla luce della predetta normativa internazionale, per l’ANSV, che è stata autorizzata a renderli pubblici attraverso l’investigatore ANSV tuttora in Venezuela."

 

 

L'islander scomparso era decollato da Los Roques alle ore 11.32 del 4 gennaio 2013 per pista 07 e quota programmata di volo di 6500 piedi, con a bordo 6 persone (due membri di equipaggio e quattro passeggeri) con destinazione finale Maiquetia. 
"I dati di posizione inviati alla compagnia operatrice dell’aeromobile dal GPS tracker in dotazione a quest’ultimo," spiega il comunicato dell'ANSV "hanno consentito di tracciare la rotta iniziale, nel corso della quale l’aeromobile virava a sinistra in salita per assumere una rotta di 270°. L’ultimo dato GPS disponibile riporta una posizione di 11 56.5 N, 66 49 W. Dopo 7 minuti dal decollo, il pilota riportava al controllore del traffico aereo la posizione di 10 miglia nautiche dall’aeroporto di Gran Roque a 5000 piedi di quota e veniva istruito a contattare “Maiquetia settore avvicinamento”, contatto che però non è mai avvenuto. I successivi dati radar consentono di tracciare gli ulteriori istanti del volo fino a quando l’aeromobile, giunto a 5400 piedi ed ancora in salita, ad una distanza di 13,2 miglia nautiche da Gran Roque e con una velocità di 120 nodi, comincia a perdere rapidamente quota e velocità, accostando progressivamente a destra, fino a scomparire dal radar dopo ulteriori tre “battute”. L’ultima posizione registrata corrisponde alle coordinate 11 59 N, 66 53.5 W."
 
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa ANSV

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!