Al via da domani a sabato AIRET, The Italian Air Industry Renaissance
Wednesday 02 October 2013
Un grande business meeting, con laboratori di progettazione e di design, con un focus espositivo che esalterà il made in Italy di settore. Perché è sull’internazionalità e l’offerta taylor-made che si sviluppa il progetto AIRET, dal 3 al 5 ottobre a Rimini Fiera. 
AIRET - The Italian Air Industry Renaissance - riunisce le filiere dell’industria aerospaziale italiana, da sempre protagoniste nel mondo, in un’unica offerta integrata per dare risposta alle aziende più innovative, che chiedono di poter approcciare i paesi maggiormente in crescita nel comparto aeronautico ed aeroportuale. 
Il taglio del nastro è previsto alle ore 11 nell’AIRET Air Terminal (Hall B7 – D7 - Ingresso Est) di Rimini Fiera. Interverranno: il Generale di Brigata Aerea Stefano Salamida, Capo del 4° Reparto dello Stato Maggiore dell'Aeronautica, il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, il presidente di AIRET Exhibitions, Emanuele Rimini, il presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali e il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi.  

 

 

Gli organizzatori hanno invitato delegazioni di operatori esteri particolarmente qualificate, provenienti dai paesi in cui si stanno pianificando costruzioni di nuovi aeroporti o ampliamenti di esistenti. Delegazioni di buyers arriveranno dalla Russia europea, la Russia siberiana, Kazakistan, Azerbaijan, Ucraina, Dubai e Tanzania. Attesi anche i rappresentanti di industrie aeronautiche produttrici di aeromobili.
La kermesse è composta da quattro anime: AIREM, incentrata sull’industria meccanica, meccanotronica ed elettronica ad elevata tecnologia, le macchine per la lavorazione dei materiali di base ed avanzati per le costruzioni aeronautiche; AIRED, che raggruppa design, arredi, materiali e soluzioni per la realizzazione degli spazi aeroportuali dedicati al passeggero e al suo confort; AIRES, basata su sistemi d’avanguardia, in ambito aeroportuale, per la tutela ambientale e il risparmio energetico, ATC, strumentazioni anti intrusione e di protezione dei piazzali e delle piste; ALA, AIRET Light Aviation, dedicata all’aviazione leggera e sportiva.
Spazio anche alla convegnistica, con appuntamenti di taglio istituzionale, focus paesi, seminari aziendali e workshop professionali.
Di forte impatto la scenografia e gli allestimenti studiati dallo studio Silvano Buzzi & Associati, che al centro dell’area espositiva collocano Aired Air Terminal, riproduzione dal vero di un ipotetico aeroporto, fulcro dell’avanguardia tecnologica e del design italiano che si propone all’estero.
AIRET si avvale di un Comitato d’Onore (al quale hanno aderito anche il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale Pasquale Preziosa e Massimo Garbini, amministratore unico di ENAV) e di un Comitato scientifico (del quale, fra gli altri, fanno parte, Carmine Cifaldi di ENAC, Carmelo Cosentino presidente del Distretto Aerospaziale Lombardo, Maurizio Scholtze di STASA, Massimo Sanvito di Thales Italia).
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa AIRET 

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!