Boeing, Alenia e Aeroporti di Puglia presentano a Bari la nuova edizione di "Natural..mente scuola"
Thursday 12 December 2013
È stata presentata ieri, all’aeroporto Karol Wojtyla di Bari, la nuova edizione di Natural..mente scuola: innovazione e sviluppo sostenibile, un progetto promosso da Boeing e Alenia Aermacchi, in collaborazione con Aeroporti di Puglia, per educare i giovani alla tutela dell’ambiente e all’importanza dello sviluppo sostenibile. 
Il progetto, che compie sei anni di vita, presenta due grandi novità: il coinvolgimento non solo delle scuole secondarie di secondo grado della Puglia, ma anche di quelle della Campania; e il contributo scientifico di due importanti realtà universitarie: il Politecnico di Bari – Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management - e l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” – Dipartimento di Ingegneria Industriale, che hanno scelto di mettere a disposizione alcuni loro docenti e laureandi che seguiranno gli studenti durante l’intero percorso didattico, divenendone tutor. 
Natural..mente scuola, che vanta il prestigioso patrocinio UNESCO, coinvolgerà quest’anno circa 1.200 studenti di 23 scuole secondarie di secondo grado della Puglia e della Campania, per un totale di 52 classi. 
“Il futuro passa da qui”, ha dichiarato Rinaldo Petrignani, presidente di Boeing Italia. “Offrire agli studenti la grande opportunità di interagire direttamente con il mondo accademico e con quello aziendale non è impresa facile, né scontata. Questa specialissima sinergia dà un enorme valore aggiunto ai partecipanti di Natural..mente Scuola e a un progetto in cui Boeing crede fermamente, come riconosciuto a livello internazionale anno dopo anno”.  

 

 

Giuseppe Giordo, amministratore delegato di Alenia Aermacchi, ha così commentato: “Per il sesto anno Alenia Aermacchi sostiene, insieme a Boeing, il progetto Natural…mente Scuola che mira a sensibilizzare le nuove generazioni rispetto a temi quali lo sviluppo sostenibile e la compatibilità ambientale. Siamo convinti che l’obiettivo di un’impresa sia quello di creare crescita economica mitigando contestualmente gli effetti sull’ambiente e sul contesto sociale. L’edizione di quest’anno porterà con sé un’importante novità, ovvero il coinvolgimento di scuole, università e istituzioni non solo pugliesi, ma anche campane, di un'altra regione dunque, dove, come in Puglia, Alenia Aermacchi è fortemente radicata. Un’occasione per allargare gli orizzonti e dare un respiro sempre più nazionale a questo progetto”.
Per Giuseppe Acierno, amministratore unico di Aeroporti di Puglia “il sistema aerospaziale pugliese evolve oggi verso una nuova fase di maturità allargando il suo confine e rinnovando la sua strategia di crescita che passa attraverso un’utile integrazione con le infrastrutture aeroportuali pugliesi ed un loro pieno utilizzo. Questa visione innovativa e moderna permetterà nuovamente al distretto aerospaziale pugliese, ed alla Puglia, di porsi come punta avanzata nell’intero sistema nazionale. Grazie a Boeing ed Alenia Aermacchi potremo promuovere questo approccio nelle realtà scolastiche regionali continuando a spingere i giovani pugliesi a misurarsi con le sfide dell’innovazione e del futuro.”
Nel corso dell’anno scolastico gli studenti, con l’aiuto dei docenti universitari e dei laureandi, si cimenteranno nell’ideazione e nello sviluppo del Business Plan di un’impresa sostenibile, sia da un punto di vista ambientale che economico, i cui prodotti e servizi dovranno riguardare il settore aeronautico e aerospaziale. Ogni classe dovrà inoltre realizzare un Elevator Pitch, un elaborato in forma audio-visiva che in tre minuti presenti i punti di forza dell’idea. Il consolidato coinvolgimento del Distretto Aerospaziale Pugliese e, quest’anno per la prima volta, anche del Distretto Tecnologico Aerospaziale della Campania (DAC), favorirà una maggiore comprensione delle tematiche inerenti al settore aeronautico e aerospaziale.
Al termine del percorso didattico i Business Plan realizzati dai ragazzi, unitamente agli spot di presentazione della loro idea di impresa sostenibile, parteciperanno al concorso finale per l’individuazione dei migliori lavori. Le sei classi vincitrici ex aequo potranno visitare lo stabilimento Alenia Aermacchi di Monteiasi-Grottaglie, dove si realizzano alcune componenti tecnologiche della fusoliera del Boeing 787 Dreamliner.
Gli studenti primi classificati, insieme al loro insegnante, verranno premiati con una visita al Salone Internazionale dell’Aeronautica e dello Spazio di Londra – Farnborough (14-20 luglio 2014), la più importante vetrina mondiale dell’industria aeronautica, dello spazio e dell’elettronica per la difesa e la sicurezza. Inoltre, i laureandi del Politecnico di Bari e del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università “Federico II” di Napoli avranno la possibilità di effettuare uno stage presso le aziende.
A caratterizzare questa edizione del programma sarà, anche quest’anno, l’utilizzo del sito web www.naturalmentescuola.com che, arricchito di nuovi contenuti, favorirà un diretto coinvolgimento nel progetto degli studenti e dei loro docenti. Attraverso la sezione Forum, in particolare, i docenti universitari e i laureandi assisteranno gli studenti rispondendo ai loro quesiti, supportandoli nel percorso educativo e verificando costantemente lo stato di avanzamento dei lavori. Natural..mente scuola, che si inserisce nell’ambito delle politiche di responsabilità sociale di Boeing e Alenia Aermacchi, mira ad accrescere la consapevolezza della necessità di un equilibrio tra sviluppo economico e qualità della vita, incentivando comportamenti responsabili soprattutto nei giovani. Nel corso delle precedenti cinque edizioni, il progetto ha visto complessivamente l’adesione di oltre 30.000 studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
Oltre al supporto dell’UNESCO, che lo ha classificato fra i progetti più meritevoli promossi nell’ambito del Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (DESS) indetto dalle Nazioni Unite, Natural..mente Scuola è patrocinato anche dal MIUR - Uffici Scolastici Regionali per la Puglia e per la Campania, dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dalla Regione Puglia, dalla Regione Campania, dal Distretto Aerospaziale Pugliese e dal DAC (Distretto Aerospaziale della Campania).
 
 
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Aeroporti di Puglia 

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!