Scramble per due caccia dell'Aeronautica Militare in seguito al dirottamento del volo Ethiopian
Monday 17 February 2014
eurofighter_ef2000_typhoon_aeronautica_militare_di_carlo_dedoni.jpg
Lunedì 17 febbraio, due caccia Eurofighter Typhoon del 36° Stormo di Gioia del Colle, sono decollati nelle primissime ore del mattino con l'ordine di “scramble", per intercettare un velivolo dirottato. I due caccia, decollati in pochi minuti dalla base pugliese dell’Aeronautica Militare, hanno intercettato un Boeing 767 della compagnia aerea Ethiopian Airlines in volo da Addis-Abeba a Fiumicino e dirottato a Ginevra da un “pirata dell’aria” che ha chiesto asilo politico in Svizzera. 
Gli intercettori dell’Aeronautica Militare hanno scortato il volo Ethiopian fino a quando, in territorio transalpino, lo hanno lasciato in "consegna" alla Difesa Aerea Francese. Oltre a dirigere e controllare l’operazione, il Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico (FE) ha attivato il dispositivo aereo di ricerca e soccorso (SAR). 
Durante il transito nello spazio aereo nazionale, il volo Ethiopian non ha mai manifestato intenzioni ostili. Lo "scramble" è in gergo tecnico il decollo immediato di caccia intercettori che sotto la guida dei controllori della difesa aerea si dirigono verso un velivolo per accertarne l'identità e verificarne le intenzioni a salvaguardia della sicurezza nazionale e delle linee di comunicazione aeree in un segmento di vitale importanza per il trasporto aereo civile e commerciale nel bacino del Mediterraneo.
 
 
 
Nella maggior parte dei casi, si tratta di aeromobili che non rispondono a prestabiliti requisiti, non hanno le previste autorizzazioni al sorvolo dello spazio aereo nazionale o perdono le comunicazioni con gli organi del controllo del traffico aereo o divergono dalla rotta prevista senza validi motivi. L'Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito dal 4° Stormo di Grosseto e dal 36° Stormo di Gioia del Colle nonchè, a supporto e come back-up al 4° ed al 36°, dal 37° Stormo di Trapani Birgi, tutti equipaggiati con velivoli caccia Eurofighter Typhoon.
 
 
 
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto di Carlo Dedoni

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!