EASA indagherą su "near mid-air collisions" tra aerei civili e militari avvenute ai confini dell'UE
Tuesday 09 December 2014
L'European Aviation Safety Agency (EASA) ha ricevuto richiesta dalla Commissione Europea di indagare su una serie di mancate collisioni in volo tra velivoli per il trasporto di passeggeri e velivoli militari avvenute negli ultimi mesi. Questa tipologia di eventi sono avvenuti sul mare ai confini dell'Unione Europea. Da quanto risulta dai rapporti di alcuni stati membri, i velivoli militari coinvolti avevano il transponder inattivo e non è stato possibile stabilire alcun contatto radio con essi, creando un immediato pericolo per la sicurezza. 
João Aguiar Machado, direttore generale responsabile di mobilità e trasporti presso la Commissione ha dichiarato: “il supporto dell'EASA sarà essenziale nel determinare approfonditamente le soluzioni appropriate e le relative misure per trattare questi eventi a livello europeo”. 
Patrick Ky, Executive Director di EASA  ha detto: “Questo è un problema molto serio. Consulteremo e interrogheremo tutti i principali enti civili e militari al fine di raccogliere le necessarie informazioni per completare la nostra analisi.”
Obiettivo dell'analisi è identificare le cause di queste "near mid-air collisions" e sviluppare raccomandazioni utili e minimizzare il potenziale impatto sulla sicurezza dei voli dell'aviazione civile. EASA consegnerà i risultati del proprio lavoro alla Commissione nel marzo 2015.

 

 


 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa EASA

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!