Il Gruppo Emrates premia 51 dipendenti per il loro impegno
Wednesday 11 February 2015
airbus_a380_emirates_dubai_t3.jpg
Il presidente e capo esecutivo di Emirates, lo Sceicco Ahmed bin Saeed Al-Maktoum, ha premiato 51 impiegati del gruppo per il loro impegno nel raggiungere l'eccellenza, per l'alto livello di dedizione, le performance ed il servizio esemplari offerti ai clienti della compagnia e ai loro colleghi. Dieci conseguimenti individuali e di gruppo sono stati riconosciuti durante una cerimonia, tra questi cui tre sono stati assegnati per gli ottimi livelli di lavoro di squadra. 
In centinaia tra colleghi, famiglie e amici dei vincitori si sono riuniti alla cerimonia annuale tenutasi agli Headquarters dell'Emirates Group dove sono stati consegnati i riconoscimenti: il premio Najm Chairman's Award insieme ad un premio monetario. 
Parlando al pubblico, il presidente di Emirates ha dichiarato: “So che molti di voi stavano aspettando da tempo questo giorno. Il Premio Najm Chairman's Award è il momento più importante nel calendario del Gruppo Emirates, perché celebra i vostri risultati più incredibili”. 
Il premio annuale Najm (stella” in arabo) Chairman's Award riconosce i più importanti traguardi dello staff Emirates nel mondo. Centinaia di impiegati del Gruppo sono nominati per l'ambito premio e un rigoroso processo di selezione porta alla scelta dei vincitori. 
 
 
 
"Abbiamo visto una grande crescita nel nostro business durante il 2014. Abbiamo vinto molti premi del settore, e abbiamo accolto oltre 9.500 nuovi colleghi nella famiglia Emirates Group. Queste storie di successo ci rendono protagonisti in tutto il mondo. Ma i risultati di oggi arrivano dal lavoro di chi ha operato silenziosamente dietro le quinte. Hanno dimostrato impegno, coraggio e la volontà di riuscire. Mi rende felice premiarli in presenza delle loro famiglie, dei loro amici e di tutti voi qui oggi." Ha aggiunto lo Sceicco Al-Maktoum
Quest'anno, i vincitori del Najm Chairman's Award si sono distinti per l'aver salvato vite, offerto il proprio tempo per aiutare passeggeri in difficoltà e lavorare in numerosi ambienti ostili e in situazioni di pressione.
La vincitrice Hanane Senhaji ha viaggiato 1.053 miglia in più per aiutare un cliente a completare il suo viaggio Hajj: un'anziana signora delle Filippine viaggiava da Jeddah per cominciare il suo pellegrinaggio Hajj, ma si è ammalata a bordo ed è dovuta rimanere a Dubai. Una volta migliorate le sue condizioni di salute, la donna avrebbe voluto completare il pellegrinaggio ma non le è stato permesso di viaggiare da sola. Hanan allora l'ha accompagnata a Jeddah, così che potesse incontrare suo figlio e finire il viaggio.
Villajos Gary Almoite ed Herald Mendoza Mateo, entrambi coordinatori per dnata a Singapore, hanno evitato un incidente quando un aereo in arrivo sullo scalo ha mancato il posto assegnatogli a causa della scarsa visibilità. Gary è saltato dal trasporto bagagli di fronte al velivolo e ha incrociato le mani per indicare che doveva fermarsi, mentre Herald nel frattempo ha lavorato per alzare il finger ed evitare una collisione. Le loro azioni combinate e la velocità di decisione hanno fatto sì che si salvaguardasse la sicurezza dei passeggeri. 
 
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Emirates

Foto tratta da: Ufficio Stampa Emirates

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!