Dal 5 al 7 marzo l'aerostazione di Olbia protagonista di Fairport
Friday 27 February 2015
hall_aeroporto_di_olbia.jpgNella giornata di oggi, 27 febbraio 2015, si è svolta presso la sala Lodovici dell’aeroporto di Olbia la conferenza stampa di presentazione dell’evento Fairport in programma tra il 5 e il 7 marzo nell’aeroporto gallurese.
"Abbiamo già fatto negli anni scorsi lavori di manutenzione della pista," ha commentato Silvio Pippobello, amministratore delegato di GEASAR, società di gestione dell’aeroporto di Olbia, "ma stavolta, data l’eccezionalità dei lavori da compiere, siamo obbligati a chiudere la pista per 6 giorni (dalle 00.01 del 2 marzo alle 24 del 7 marzo). Questi pesanti lavori si rendono necessari in quanto al momento della sua costruzione, circa quarant’anni fa, la pista era stata progettata per operare con aerei a basso peso, in questi quarant’anni è cambiata la tipologia e la stazza degli aerei che operano sul nostro scalo, aumentando lo stress fisico della superficie della pista, che quindi necessita di essere rifatta, soprattutto nella sua parte centrale, quella che è più soggetta alla forza degli aerei in atterraggio. Per questi lavori ci siamo affidati alla società Vitali, che vanta una grande esperienza e professionalità che lavorerà h24 per tutti i 6 giorni."
La zona sottoposta a lavori è una striscia d’asfalto lunga circa 2500 metri per 20 metri di larghezza.

 
 
Passiamo ai numeri di questa impresa:
•    144 ore consecutive di lavori
•    35.000 mq di nuova pavimentazione
•    116 segnali da sostituire
•    7.000 metri di cavi elettrici
•    80 operai divisi in 3 turni
•    100 mezzi speciali di ultima generazione, dotati di tecnologia GPS
•    10 tecnici per la direzione dei lavori
•    1 laboratorio mobile di verifica

"Nonostante questa chiusura delle operazioni di volo," ha continuato Pippobello, "abbiamo pensato che l’aeroporto non dovesse addormentarsi, per cui abbiamo cercato un modo per attirare le persone in aerostazione ed è venuto fuori un calendario di tre giorni di esposizioni ed eventi che spaziano dallo sport alla musica, dalla gastronomia alla tecnologia. Sarà un modo per mantenere vivo l’aeroporto e mettere lo spazio dell’aerostazione a disposizione della comunità."
"Ancora una volta GEASAR è riuscita a stupirci," interviene l’avvocato Marco Di Giugno, direttore dell’ENAC per gli aeroporti di Olbia ed Alghero, "rendendo l’aeroporto il cuore vitale della città. In questa occasione l’aerostazione avrà le porte aperte a tutta la comunità e probabilmente ci saranno più persone che normalmente in questo periodo dell’anno, ci auspichiamo che sia il preludio per una ottima stagione."
"Per ridurre il disagio dovuto alla chiusura dello scalo olbiese," continua Di Giugno, "di comune accordo con GEASAR e con tre ditte di trasporto pubblico abbiamo pensato all’attivazione di un servizio navetta tra l’aeroporto di Olbia e lo scalo di Alghero, dove Alitalia aumenterà la capienza dei proprio voli che collegano lo scalo algherese con resto della penisola italiana."
L’avvocato Di Giugno ha parlato anche dei droni, che saranno presenti presso lo scalo gallurese per tutta la durata dell’evento con dimostrazioni pratiche ed un workshop in programma venerdi 6 marzo alle 11, spiegando come si fosse resa necessaria l’emanazione di una normativa che regolasse l’utilizzo di questi oggetti volanti che a tutti gli effetti il legislatore (l’ENAC) considera alla pari degli aeromobili. Al workshop sarà presente anche l’ingegner Guccini, esperto in materia di droni e padre della normativa ENAC che ne regolamenta l’utilizzo.
In rappresentanza del comune di Olbia, è intervenuto anche l’assessore allo spettacolo Gesuino Achenza: "Siamo molto lieti di partecipare a questa manifestazione, ringraziamo GEASAR per aver messo a disposizione della comunità uno spazio al coperto che possa fungere da centro di aggregazione, ci auspichiamo sia un evento che si possa ripetere in futuro, anche all’interno della città."
"Vogliamo approfittare di questa occasione anche per attività sociali ed utili alla comunità e non solo," ha aggiunto interviene nuovamente Pippobello, "il giorno 7 sarà presente l’associazione AVIS con l’autoemoteca, dove sarà possibile donare il sangue."
Presente anche il canoista e portavoce di AMREF Francesco Gambella che nella giornata di sabato 7 marzo sarà presente in aerostazione con la sua canoa in uno stand per promuovere l’attività di AMREF in Africa.
Il nome scelto per l'iniziativa, Fairport, è venuto fuori in una riunione degli organizzatori, personale GEASAR proveniente da diverse strutture interne dell’azienda, quando si sono preposti di organizzare un qualcosa di onesto ed utile anche alle attività commerciali presenti in aerostazione, come una fiera. E da qui il nome Fairport, fusione delle parole inglesi fair, per l’appunto, fiera, e airport, aeroporto.
La manifestazione coinvolgerà tutta l’area landside (la parte accessibile a tutti, prima dei controlli di sicurezza) dall’area arrivi all’area partenze.
Durante la manifestazione ci sarà una mini edizione di due serate del Figari Film Fest con la proiezione di alcuni cortometraggi, ci sarà inoltre un mini torneo di basket che coinvolgerà circa 100 bambini delle squadre olbiesi e dei paesi limitrofi, per l’occasione verrà creato un campo da basket nella hall partenze, sotto lo storico aereo dell’Alisarda, con il parquet del campo in cui si è disputata la finale della Coppa Italia di A2. In questa occasione l’acquario di Cala Gonone, presente al Fairport con un proprio stand, offrirà a tutti i bambini che parteciperanno al torneo un ingresso gratuito all’acquario. Rimanendo in ambito sportivo, durante la manifestazione l’aerostazione ospiterà anche eventi sportivi riguardanti l’arrampicata: sarà presente infatti una parete artificiale che chiunque voglia può tentare di scalare, il tennis tavolo e un open day delle palestre cittadine. Per i più piccoli sarà disponibile nella hall arrivi un’area giochi completamente gratuita con animatori che intratterranno i bimbi mentre i genitori si godono il resto della fiera.
L’aerostazione diventerà anche un piccolo giardino con un preludio della manifestazione Olbia in Fiore, che tornerà ad aprile nelle vie cittadine, sarà presente anche un’esposizione di 53 scooter Vespa, uno stand per la degustazione birre artigianali del birrificio Barley di Maracalagonis, già presente in numerosi ristoranti e pizzerie del territorio.
Presente anche la neonata associazione FabLab che illustrerà l’interessantissimo mondo della stampa in 3D mentre per i più golosi sarà presente uno stand dell’azienda Peano, che metterà anche a disposizione 100 uova di cioccolata per i bambini. Durante la manifestazione ci sarà uno spazio anche all’arte, 5 artisti esporranno le loro opere nei locali dell’aeroporto.
Sarà possibile seguire in diretta l’andamento dei lavori grazie a delle riprese fatte da un drone che sorvolerà l’area interessata dal cantiere trasmettendo le immagini allo stand della Vitali presente all’interno dell’aerostazione, dove dei tecnici esporranno i lavori in diretta e con aggiornamenti continui.
Sarà presente per tutta la durata della manifestazione anche Radio Internazionale, in diretta dall’aerostazione tutti e 3 i giorni dalle 18 alle 20 con numerosi ospiti, tra i quali il comico Giuseppe Masia, il direttore artistico del carnevale tempiese Alessandro Achenza, il presidente e co-fondatore di Sardex, primo circuito di credito commerciale in Sardegna, Gabriele Littera, il neo presidente di Confcommercio per il nord Sardegna Pasquale Ambrosio e tanti altri.
Grazie alla tecnologia messa a disposizione da Apple, in collaborazione col My Store di Olbia, sarà possibile la trasmissione di suoni, parole e per la prima volta grazie ad una speciale webcam anche di immagini dall’aerostazione olbiese, le immagini verranno trasmesse in diretta sul sito www.olbia.it.
Per tutta la durata della manifestazione il parcheggio sarà disponibile gratuitamente e il negozio Karasardegna applicherà uno sconto del 30% sui propri prodotti
L’appuntamento è quindi per giovedì 5 marzo alle 18.30 per l’inaugurazione della manifestazione e per una degustazione curata dal Consorzio di tutela del Vermentino di Gallura.
 
 
 
 

Redattore: Fabio Ledda

Fonte della notizia: Ufficio Stampa GEASAR

Foto di Fabio Ledda

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!