Alla base di Decimomannu il seminario sulla Sicurezza Volo dedicato a piloti e appassionati del volo
Tuesday 05 May 2015
seminario_sicurezza_volo_a_decimomannu_.jpgVenerdì 24 aprile, si è svolto presso l’aeroporto di Decimomannu, sede del Reparto Sperimentale e di Standardizzazione Tiro Aereo, un seminario sulla sicurezza del volo dedicato ai responsabili dei locali aeroclub e avio superfici ubicati nel Sud-Sardegna.
L'iniziativa di carattere divulgativo, nata dall’accordo di collaborazione tra l’Aero Club d'Italia (AeCI) e l'Aeronautica Militare, è indirizzata a migliorare gli standard e far crescere l'attenzione sulle tematiche connesse alla Sicurezza del Volo. Il Comandante dell'RSSTA, Colonnello Mario Martorano, dopo avere dato il benvenuto ai numerosi partecipanti, ha sottolineato l’importanza dei principi della "sicurezza volo" ai quali l’Aeronautica Militare presta costantemente grande attenzione.
"Ogni tipo di attività di volo militare e civile, professionistica e amatoriale", ha dichiarato il Colonnello Maiorana, "deve essere sempre coniugata con la sicurezza del volo: l’incontro di oggi serve per conoscere come operiamo, per capire le esigenze di ognuno e per condividere lo spazio aereo in sicurezza".
Successivamente sono intervenuti il Generale Cacciatore, direttore generale dell’Aero Club d’Italia e il dott. Bonsanti, docente di Ingegneria Meccanica presso l’Università di Reggio Calabria. I due relatori hanno parlato della cultura della "sicurezza volo" analizzando i possibili inconvenienti che potrebbero verificarsi nell’'ambito dell'attività del volo sportivo. È stato inoltre sottolineato come, negli ultimi anni, la flotta dei velivoli VDS sia cresciuta, stimando oltre 12.000 velivoli certificati, e come tale fenomeno imponga una riflessione ed un'attenta valutazione, in particolare nell’ambito della sicurezza del volo.
Il Generale Cacciatore, invitando ogni pilota a fare tesoro anche delle esperienze altrui contattando l’Aero Club d'Italia per ogni esigenza e necessità, ha concluso affermando: "Soltanto investendo costantemente nella conoscenza delle regole del volo e nella condivisione delle esperienze, si può tutelare la passione che spinge tante persone a volare, per far sì che rimanga sempre un momento di piacere e non di pericolo per sé e per gli altri".
L'Ufficiale Sicurezza Volo (SV) dell'RSSTA ha presentato invece un briefing descrittivo sulle zone interessate dall’attività di volo dell’Aeronautica in Sardegna, le caratteristiche dei CTR e ATZ e le procedure locali del traffico aereo e "mid air collision". È stato dedicato ampio spazio ai quesiti degli ospiti che hanno richiesto alcune precisazioni in merito alle locali zone di volo e alle regolamentazioni del volo VDS.
Una parte del seminario è stata dedicata anche alle dotazioni di sicurezza degli equipaggi, in particolare quelle connesse alla sopravvivenza in caso di emergenza. In questo caso è intervenuto l’'Ufficiale SV dell’'80° Centro S.A.R il quale ha illustrato ai presenti le varie tipologie di equipaggiamenti disponibili, il loro scopo e utilizzo. Il seminario si è concluso con una visita all'’80° Centro S.A.R. dove sono state descritte le peculiarità dei velivoli in dotazione, i compiti del Soccorso Aereo e le tecniche impiegate per il soccorso aereo e la sopravvivenza.

 

 

 


Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

Foto tratta da: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

 

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!