Innovation Day: easyJet presenta a Malpensa nuove tecnologie pionieristiche per l'aviazione civile
Thursday 04 June 2015
conferenza_stampa_easyjet_innovation_day_a_malpensa.jpg
easyJet punta ancora sulla sua base di Malpensa, la seconda della compagnia dopo Londra Gatwick, presentando oggi tutte le ultime innovazioni tecnologiche nel campo dell’aviazione in un evento che ha riunito oltre 200 persone tra partner, addetti ai lavori, istituzioni e media. 
La prima novità annunciata dalla compagnia è stata l'aver portato a termine con successo la fase di test nell’utilizzo dei droni per la manutenzione degli aeromobili, dimostrando così che è possibile ridurre significativamente i tempi di ispezione, garantendo un più rapido ritorno all’operatività dei velivoli. Nelle basi in cui la compagnia si occupa anche delle manutenzione degli aeromobili, questa nuova tecnologia verrà introdotta già a partire dal 2016. 
Prendendo ispirazione da realtà apparentemente lontane da quelle del trasporto, i tecnici di easyJet stanno sperimentando l’introduzione della stampa stampa 3D per permettere di sostituire le parti in cabina, come ad esempio i braccioli, al fine di velocizzare il processo di sostituzione e ridurre gli spazi di stoccaggio per le parti di ricambio. La tecnologia della stampa 3D sarà, inoltre, parte della concezione dei motori di prossima generazione ordinati da easyJet. Il motore LEAP contiene, infatti, parti stampate in 3D tra cui gli ugelli di iniezione, le pale di ventilazione con filtro a carbone e i materiali compositi a matrice ceramica.
 
 
 
Nel corso dell’evento, Lionel Delle Vedove, Innovation Project Manager di Airbus, ha presentato la soluzione di prognostica per le manutenzioni che è in fase di studio con la compagnia inglese, che permetterà di ricevere informazioni in tempo reale dai sistemi degli aerei. Tali informazioni saranno poi analizzate e le previsioni dei guasti inviate ai team operativi della compagnia affinché possano essere utilizzate per pianificare la manutenzione e intervenire in modo preventivo sui guasti tecnici. Grazie a questa collaborazione, easyJet, potrà ridurre ulteriormente i ritardi legati a problemi tecnici, migliorando la performance positiva che negli ultimi cinque anni ha già visto una riduzione da 10 a 6 ritardi ogni 1000 voli.
Sul fronte digital infine, la compagnia continua nel percorso di arricchimento dell’offerta che permette di facilitare e migliorare l’esperienza di viaggio dei passeggeri. Tra le ultime novità, la nuova app per iPhone e l’app per Apple Watch.
Commentando questi progressi, Carolyn McCall, CEO di easyJet, ha dichiarato: "Milano Malpensa è la nostra base più importante al di fuori del Regno Unito e l’Italia è un paese strategico per easyJet. Non è un caso, quindi, se oggi siamo qui. Milano, in questi mesi più che mai, con Expo 2015, è un crocevia di innovazioni e ispirazioni per il futuro, e vogliamo esserne parte anche noi. Per questo abbiamo riunito qui i più importanti partner, addetti ai lavori e media per raccontare lo stato dell’arte dell’innovazione applicata al mondo dell’aviazione e come vogliamo lavorare per andare anche oltre. easyJet è sempre stata all’avanguardia. Abbiamo rivoluzionato il viaggio in Europa permettendo alle persone di volare verso più destinazioni e in maniera più conveniente rispetto a prima. E da allora non ci siamo mai fermati. L’anno scorso abbiamo annunciato un’intera gamma di nuove tecnologie emergenti che intendevamo applicare al settore dell’aviazione per la prima volta, per poter gestire la nostra flotta di aeromobili in maniera più efficace, efficiente e sicura. Molte di queste tecnologie sono ora state introdotte nell’operatività quotidiana. Per citarne alcune, una flotta interamente “paperless” in cabina di pilotaggio, l’utilizzo di app che aiutano a semplificare processi come la sostituzione delle pale delle turbine in caso di collisioni con volatili o ancora di un’app per il nostro centro di controllo operativo per aiutare ingegneri ed equipaggi a risolvere i problemi tecnici degli aeromobili easyJet nell’intera rete di collegamenti della compagnia. Abbiamo raggiunto importanti progressi nell’utilizzo della tecnologia dei droni, testando con successo le ispezioni automatizzate dei nostri aeromobili tramite droni e instaurando una nuova collaborazione con Airbus per uno strumento di prognostica durante il volo. Entrambe queste innovazioni contribuiscono al nostro obiettivo di eliminare i ritardi legati a problemi tecnici. Tutto questo lavoro ha l’obiettivo di migliorare ulteriormente l’affidabilità dei nostri aerei migliorando così l’esperienza dei passeggeri. Abbiamo inoltre investito in innovazioni digitali, inclusa una nuova app per iPhone, un’app per Apple Watch e un nuovo strumento di autogestione digitale delle prenotazioni che permetterà ai passeggeri di prenotare direttamente pernottamenti e riprotezioni in caso di imprevisti e cancellazioni dei voli."
Ian Davies, Head of Engineering di easyJet, ha commentato: "L’utilizzo di queste tecnologie innovative libera i nostri team di ingegneri consentendo loro di dedicarsi a compiti più specializzati, tenendo bassi i costi e di conseguenza anche le nostre tariffe, e aiuta a ridurre al minimo i ritardi in modo da poter continuare a essere fra i leader del settore per puntualità e sicurezza."
easyJet dispone della flotta Airbus a fusoliera stretta più grande d’Europa e la quarta nel mondo. Da quando, nel 2003, è entrato in servizio il primo aereo Airbus nella flotta di easyJet – un A319 – Airbus ne ha consegnato alla compagnia in media uno ogni due settimane. easyJet ha attualmente in ordine 158 aeromobili ed è la terza più grande compagnia aerea cliente di Airbus. A oggi, easyJet opera con una flotta composta da 85 aeromobili A320 (180 posti) e 149 aeromobili A319 (156 posti). easyJet impiega la sua flotta di aeromobili nel rigoroso rispetto di tutte le regolamentazioni dei produttori, spesso andando ben oltre tali direttive. La compagnia impiega uno staff altamente qualificato di 237 ingegneri oltre a commissionare fornitori esterni in molte basi operative della sua rete di collegamenti. Il dipartimento ingegneristico di easyJet vanta una comprovata esperienza sul fronte dell’innovazione e insieme ad Airbus e Nicarnica Aviation ha lavorato al perfezionamento della tecnologia per il rilevamento delle ceneri vulcaniche che sarà montata su tutti gli aeromobili easyJet nei prossimi mesi.

 

 

 


Redattore: Simone Ciaralli

Fonte della notizia: Ufficio Stampa easyJet

Foto: Simone Ciaralli

 

 

 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!