Nuova edizione del libro “Egidio Grego e la Stazione idrovolanti di Grado” di Giorgio Storni
Saturday 27 June 2015
copertina_riedizione_libro_storni.jpg
Nell’ambito dell’iniziativa “Incontri in riva al mare” promossa dal Comune di Grado, la Terrazza della Biblioteca Civica “Falco Marin” ha ospitato a cura dell’Associazione Culturale 4° Stormo di Gorizia la presentazione del libro “Egidio Grego e la Stazione idrovolanti di Grado” di Giorgio Storni, edito dall’Associazione stessa, giunto alla sua seconda edizione (con aggiornamenti a testo e foto) dopo la prima del 2003. 
Egidio Grego, nato ad Orsera, allo scoppio del conflitto, forte della sua italianità, non vuole essere arruolato per combattere contro quella che ritiene essere la sua Patria effettiva, riesce a superare il confine fra Impero Austro Ungarico ed il 6 giugno 1915 si arruola come volontario a Bologna nel 35° Reggimento di Fanteria e per il suo comportamento in battaglia sul Podgora ottiene la Medaglia di Bronzo al Valor Militare.Promosso ufficiale e assegnato al 74° Reggimento di Fanteria, viene preso prigioniero durante uno scontro ad Asiago ,ma riesce a fuggire. Il suo grande sogno è quello del volo che riuscirà a realizzare nel 1916 quando in qualità di “Osservatore” farà parte della 253^ Squadriglia di sede a Grado, nell’isola di Gorgo, dove saprà ben presto dimostrare il suo valore. Al disastro di Caporetto, la Squadriglia viene trasferita a Veneziae lo stesso Grego, in assenza di un pilota, porterà in volo il suo velivolo e riceverà per l’impresa il brevetto di pilota. Purtroppo durante un attacco ai ponti che il nemico sta cercando di gettare sul Piave, il 27 novembre 1917 sarà colpito da un caccia austriaco e precipiterà in fiamme nei pressi di Iesolo. Gli verrà assegnata la Medaglia d’Argento al Valor Militare. Dopo essere stato sepolto provvisoriamente a Venezia, nel 1919, a fronte anche di una sottoscrizione popolare, la salma verrà trasferita ad Orsera dove gli saranno tributati gli onori che spettano ad un grande combattente. Oltre alla storia di Grego, il libro traccia una disamina sull’impiego dell’aviazione nel corso del conflitto ed in particolare degli idrovolanti della Marina, che furono determinanti in particolare nelle sue ultime fasi che portarono poi alla vittoria, con una interessante serie di fotografie e disegni frutto di attente ricerche dell’autore Storni.
 
 
 

 

Articolo e Foto di Carlo d'Agostino

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!