Aeronautica Militare: brevettati i primi incursori "Combat Controller"
Wednesday 11 November 2015
Sono arrivati in Italia i primi "Combat Controller", gli incursori con capacità di controllo del traffico aereo. L'Aeronautica Militare è la prima ed unica forza armata italiana ad averli. Quella del "Combat Controller" è una figura professionale che nasce negli Stati Uniti, nella U.S. Air Force. Si tratta di una unità di terra che interviene in territorio ostile per liberare un aeroporto occupato dalla forza nemica e capace di utilizzare la torre di controllo per consentire il successivo atterraggio dei velivoli. 
 La capacità degli incursori di lavorare in squadra, di prendere rapidamente importanti decisioni e di raggiungere un obiettivo nel più breve tempo possibile, ha permesso a quattro uomini delle forze speciali dell'AM di completare con successo il primo corso "Aeroporto Visuale" che si è tenuto presso il Reparto Addestramento Controllo Spazio Aereo di Pratica di Mare, acquisendo la qualifica di "Combat Controller". Il corso si è concluso giovedì 5 novembre ed è nato per soddisfare le esigenze del 17° Stormo Incursori, un reparto impegnato in tutte quelle attività che caratterizzano le forze speciali italiane, mantenendo la propria natura di strumento strategico moltiplicatore di forza del potere aereo nazionale in un contesto operativo internazionale in continuo mutamento e connotato da minaccia “asimmetrica”. Tale ambito richiede personale altamente specializzato ed addestrato in grado di rispondere prontamente a qualsiasi tipo di esigenza operativa. 
 
 
 
​I frequentatori, durante il corso della durata di 15 settimane, hanno svolto un programma di addestramento molto intenso in accordo alla normativa nazionale e ICAO (International Civil Aviation Organization) necessario a poter raggiungere attraverso lezioni teoriche svolte in aula e prove pratiche effettuate ai simulatori, gli standard qualitativi richiesti per poter operare in una Torre di Controllo e gestire gli aeromobili a vista. La presenza di questo corso ha permesso anche al reparto di poter provare nuovi scenari complessi di gestione del traffico aereo utilizzando tra l'altro i simulatori di recente ammodernati.
Il RACSA, dipendente dalla 9^ Brigata Aerea "Intelligence, Surveillance, Target Acquisition and Reconnaissance – Electronic Warfare" (ISTAR – EW), è l'ente addestrativo dell'Aeronautica Militare che ha il compito di formare il personale ufficiale e sottufficiale di tutte le forze armate preposto al controllo del traffico aereo, della difesa aerea e della meteorologia. Il reparto inoltre, effettua l'accertamento della competenza linguistica in inglese tecnico "Technical Proficiency Test" (T.P.T.) necessario ai controllori T.A./D.A.(Traffico Aereo/Difesa Aerea) per lo svolgimento delle funzioni di gestione dello spazio aereo.
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto tratta da: www.aeronautica.difesa.it

 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!