Chiusura dell'aeroporto militare di Elmas-Cagliari: persi diciotto posti di lavoro
Saturday 02 January 2016
La definitiva chiusura del Distaccamento Aeroportuale dell'Aeronautica Militare presso l'aeroporto di Elmas (Cagliari), oltre che l'abbandono di uno storico presidio della forza armata, ha rappresentato per 18 persone la perdita dell'occupazione. Dal 1 gennaio infatti 10 operai delle pulizie, 6 della mensa e 2 della manovalanza, sono disoccupati. 
Il personale militare e i civili dipendenti della Difesa sono stato trasferiti in altre strutture militari dell'isola, ma per i lavoratori delle ditte che gestivano in appalto alcune mansioni nella base non c'è stata la possibilità, dopo 20 anni di lavoro al Mario Mameli, di conservare il posto di lavoro. Una perdita grave in una regione chiamata quotidianamente a confrontarsi con il problema della disoccupazione e che non pare aver trovato la stessa legittima risonanza di altre vertenze che riguardano l'isola.
Una mancanza di tutela e di risposte che gli stessi lavoratori impiegati per le pulizie della struttura appena dismessa, riunitisi in un comitato spontaneo, hanno stigmatizzato in un comunicato stampa emesso per cercare di far conoscere la loro situazione all'opinione pubblica e richiamare l'attenzione delle istituzioni.
"Il Comitato Spontaneo dei lavoratori della ditta di pulizie dell’ormai ex Distaccamento Aeroportuale di Elmas vuole far conoscere all'opinione pubblica la situazione che si è andata a creare a seguito della chiusura del sedime aeroportuale da parte dell’Aeronautica Militare." Spiega il comunicato. "Il 31/12/15 a seguito della chiusura della base militare di Elmas hanno perso il lavoro in 10 [ai quali si aggiungono altri otto lavoratori impiegati in altre attività n.d.r.]. Queste famiglie contavano su un esiguo salario per tentare di far quadrare il loro bilancio. Per quanto la cosa risultasse difficile, dato che negli anni si sono visti decurtare lo stipendio a causa della diminuzione costante del monte ore lavorativo sino ad arrivare a 18 ore e mezza settimanali." 
 
 
 
Secondo il Comitato Spontaneo dei lavoratori, quanto accaduto a Elmas è il frutto della decisione del governo di dismettere lo storico reparto isolano in favore della base siciliana di Sigonella che avrebbe beneficiato di un maggiore peso politico rispetto alla Sardegna.
Una decisione che secondo il Comitato è alquanto discriminante, oltre che non ben ponderata dal punto di vista stategico.
"I sindacati non si sono mobilitati per tutelare il sacrosanto diritto al lavoro di questi lavoratori che stanno per dire addio al posto di lavoro nonostante fossero in possesso di un contratto a tempo indeterminato che garantiva loro la stabilità lavorativa, ma tutto ciò è stato effimero come un bel sogno." Accusa il comunicato del Comitato Spontaneo. "Questi lavoratori hanno aquisito nel corso degli anni un’alta preparazione e professionalità nello specfico ambiente di lavoro del comparto difesa. La situazione poteva essere gestita in maniera differente mettendo in pratica quelle che sono le normative e il buon senso. Stando ai numeri il personale poteva essere assorbito dalla vicina base di Decimomannu, da cui il Distaccamento di Elmas dipendeva, o dalle altre realtà militari presenti nella provincia, come è avvenuto per i dipendenti della difesa che hanno avuto un aiuto più forte da parte dei sindacati."
Un atto d'accusa ai sindacati, ma anche agli amministratori locali e agli organi militari.
"Ma ad oggi l’unica risposta certa è stata la lettera di licenziamento, ricevuta come regalo di natale da mettere sotto l’albero al posto dei regali per i propri cari." Sottolinea il comunicato. "Al giorno d’oggi salvare posti di lavoro sarebbe un successo per la società e garantirebbe una vita serena per queste persone e le rispettive famiglie."
Oltre alla semplice cronaca dei fatti consentiteci, con la speranza che le istituzioni civili e militari e la stessa opinione pubblica prendano piena coscienza e trovino una soluzione a questo ennesimo nuovo dramma dell'occupazione in Sardegna, di augurare a tutti coloro i quali lavorano per il diritto al lavoro un 2016 che sia scandito dalle loro vittorie.
 
 

Articolo di Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Comitato Spontaneo Lavoratori ex Distaccamento Aeroportuale di Elmas

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!