Aeronautica Militare: nel weekend triplice trasporto sanitario per gli equipaggi del 31° Stormo
Thursday 19 May 2016
​​Nello scorso fine settimana gli aerei del 31° Stormo dell'Aeronautica Militare hanno eseguito tre trasporti sanitari d'urgenza a favore di cittadini in imminente pericolo di vita. I primi due trasporti sono avvenuti nella notte tra venerdì e sabato.
Su richiesta della prefettura di Caserta, la Sala Situazioni di Vertice del Comando Squadra Aerea ha ordinato al 31° Stormo una missione di trasporto urgente da Napoli a Venezia a favore di un uomo di 57 anni in attesa di trapianto epatico.
Decollato in tempi brevi da Ciampino, l'aereo Falcon 50 ha prelevato il paziente all'aeroporto di Napoli Capodichino per poi trasportarlo a quello di Venezia Tessera, da dove l'uomo è stato successivamente trasferito in ambulanza all'Azienda Ospedaliera dell'Università di Padova per il trapianto di fegato. 
Pronto per rientrare a Ciampino, l'equipaggio del Falcon 50 ha ricevuto un nuovo ordine di missione, perchè nel frattempo la Sala Situazioni di Vertice aveva avuto un'altra richiesta da parte della Prefettura di Lecce: un uomo di 36 anni in imminente pericolo di vita a causa di un trauma toracico doveva essere trasportato d'urgenza da Bari a Milano per il ricovero all'Ospedale San Raffaele.
Il Falcon 50 ha quindi ripreso il volo per andare all'aeroporto di Bari Palese. Dopo l'imbarco del paziente in barella, dallo scalo pugliese il velivolo è ridecollato in direzione di Milano Linate, dove il paziente è stato prelevato da un'ambulanza per il trasferimento all'Ospedale. Alle prime luci dell'alba il Falcon 50 ha fatto rientro in base. 
Domenica mattina presto il 31° Stormo è stato di nuovo attivato, questa volta su richiesta della Prefettura di Catania, per il trasporto urgente dalla città siciliana a Pisa di un uomo di 46 anni che doveva essere sottoposto a trapianto di pancreas e reni. Il volo sanitario, effettuato tramite un velivolo Falcon 900, si è dapprima recato a Pisa per prelevare l'equipe medica e trasportarla a Napoli. Successivamente l'aeroplano è ridecollato da Napoli alla volta di Catania per prendere il paziente da sottoporre al trapianto. Nel trasportare il paziente da Catania a Pisa il velivolo ha fatto nuovamente scalo a Napoli per imbarcare gli organi da trapiantare e l'equipe medica che avrebbe condotto l'intervento.
 
 
 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!