Aeronautica Militare: missione di ricerca e soccorso in Sicilia per un HH-139 dell'82° Centro CSAR
Wednesday 23 November 2016
soccorso_82_csar_trapani.jpg
Si è conclusa ieri notte un'operazione di ricerca e soccorso da parte di un elicottero dell'Aeronautica Militare a favore di un uomo disperso da oltre 24 ore in una zona impervia, in località  montagna grande, nei pressi di Salemi in provincia di Trapani. L'aeromobile, un HH-139A dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue) di Trapani, uno dei centri del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare, è decollato alle 16.08 su ordine del Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico, ha raggiunto la zona designata e dopo mezz’ora di ricerche, nonostante la sopraggiunta oscurità, con l’ausilio di speciali  visori notturni in dotazione (Night Vision Goggle),  ha identificato il disperso, un cacciatore cinquantaseienne del quale non si avevano notizie da circa 24 ore,  individuandolo  grazie ad una flebile  luce di segnalazione che lo stesso era riuscito ad accendere. 
Nonostante la zona particolarmente impervia, che impediva l’atterraggio all’HH139 impegnato nell’operazione, l’equipaggio è riuscito comunque  a calare  due  aerosoccorritori  che hanno prestato il primo soccorso all’uomo,  probabilmente infortunatosi durante una battuta di caccia.  Sul posto è intervenuta anche una squadra di Vigili del Fuoco e personale sanitario proveniente da Salemi, che supportata dall'equipaggio dell'elicottero militare ha stabilizzat il malcapitato.  L’operazione di recupero si è infine conclusa positivamente con l’imbarco dell’uomo con l’ausilio della barella verricerrabile in dotazione  all’elicottero ed il successivo trasporto presso la base di Birgi da dove il paziente è stato poi trasportato all’Ospedale di Trapani. 
L’82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteorologica.
 
 
 

 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare
Foto: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare 

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!