Sardegna: proposto l'uso di strutture militari per testare il velivolo Piaggio P1HH per voli postali
Friday 09 December 2016
Nei giorni scorsi la società UavItalia SrL, socio del Distretto AeroSpaziale della Sardegna (DASS), ha presentato richiesta allo Stato Maggiore della Difesa e allo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare per l’utilizzo dell'aeroporto militare di Decimomannu e il Poligono Interforze del Salto di Quirra (PISQ) per una campagna di test e certificazioni dell'aeromobile a pilotaggio remoto Piaggio Aerospace P1 HH nel campo del trasporto cargo postale.
Il progetto, che verrà presentato all’inizio dell’anno prossimo ai vertici della Regione Sardegna, vede come capofila proprio UavItalia, integratore di sistemi complessi nel campo degli aerei a pilotaggio remoto che gestisce progetti innovativi ponendosi al fianco di aziende, quali la Piaggio Aerospace.
“Oltre a quello citato, diversi sono i progetti, che prevedono solo ed esclusivamente applicazioni di tipo civile e che sono stati proposti dal DASS e dai suoi soci fin da ll’ottobre 2015,” afferma il presidente del DASS Gi acomo Cao, “che potrebbero proficuamente utilizzare le infrastrutture militari di Decimomannu e del PISQ. Ci si riferisce ad esempio al progetto per i test dei motori a propellente solido e liquido dei lanciatori, all’obiettivo di monitorare le rotte satellitari e i detriti spaziali anche con l’ausilio del Radio Telescopio di San Basilio come pure all’individuazione di uno spazioporto italiano per i voli ipersonici che si collegherebbe idealmente all’iniziativa proposta da Altec e Virgin Galactic sull’aeroporto di Decimomannu. In tale contesto è stato proposto ad Altec di valutare la formulazione della richiesta di ingresso nella compagine societaria del DASS.”

 

 

Il presidente del DASS inoltre ha messo sottolineato l'interesse della politica locale, delle organizzazioni sindacali e delle associazioni di categoria relativamente allo sviluppo di progetti aerospaziali con applicazioni di tipo civile usando anche le infrastrutture militari presenti nell'isola.
"L’auspicio è che a breve si possa proficuamente ragionare con i vertici della Giunta su queste importanti occasioni di sviluppo per la Regione," spiega Cao, "anche nella logica della possibile redazione di un piano aerospa ziale regionale che possa individuare le principali traiettorie di sviluppo nel settore che in altre regioni d’Italia gene ra decine di migliaia di posti di lavoro."
 
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Distretto AeroSpaziale della Sardegna   - DASS

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!