Leonardo: accordo con ARMAEREO per 5 aerei M-345 e per lo sviluppo del programma NEES
Friday 13 January 2017
Leonardo ha firmato con la Direzione Armamenti Aeronautici e Aeronavigabilità del Ministero della Difesa due contratti relativi alla fornitura di un primo lotto di cinque velivoli da addestramento Aermacchi M-345 e all’avvio dello sviluppo e consegna del nuovo elicottero da esplorazione e scorta (NEES) dell’Esercito italiano. I contratti hanno un valore complessivo di oltre 500 milioni di euro.
Mauro Moretti, amministratore delegato e direttore generale di Leonardo ha dichiarato: “La firma di questi contratti è il risultato di un dialogo costruttivo tra il Governo italiano e l’industria che ha portato alla definizione delle esigenze e all’individuazione delle migliori risposte tecnologiche. Grazie all’intesa raggiunta saremo in grado di fornire al Cliente nazionale soluzioni all’avanguardia ottimizzando l’uso delle risorse economiche disponibili e sviluppando nuove tecnologie, competenze e processi industriali nel nostro Paese”.
L’Aeronautica Militare ha identificato un fabbisogno totale di circa 45 M-345 (la cui sigla identificativa di forza armata sarà T-345) per sostituire progressivamente i velivoli MB-339 oggi in servizio ed entrati in linea a partire dal 1982. I nuovi aerei andranno ad integrare la flotta di 18 bimotori Aermacchi M-346 già ordinati ed impiegati per la fase avanzata dell’addestramento dei piloti dell’Aeronautica Militare, formando così il sistema di addestramento per i piloti militari più avanzato al mondo. 
"L’M-345 grazie alle sue prestazioni e all’avanzato sistema di addestramento integrato basato a terra consentirà all’Aeronautica Militare un forte miglioramento dell’efficacia addestrativa, una migliore efficienza e una riduzione dei costi operativi." Spiega un comunicato di Leonardo. "La prima consegna è attesa nel 2019."
 
 
 
Il contratto pluriennale per il nuovo elicottero da esplorazione e scorta (NEES) dell’Esercito italiano prevede in particolare lo studio, lo sviluppo, l’industrializzazione, la produzione e il collaudo di un prototipo e dei primi tre elicotteri di produzione.
Attraverso questo nuovo programma, basato su un requisito complessivo di 48 unità, l’Esercito potrà sostituire la flotta di elicotteri AW129 attualmente impiegati e destinati ad essere ritirati dal servizio operativo entro il 2025, dopo oltre 35 anni di attività.
"Il programma NEES beneficerà della lunga esperienza accumulata dall’Esercito grazie all’AW129 e del know-how di Leonardo nel campo degli elicotteri dedicati a questo tipo di missione, consentendo alla forza armata di dotarsi di un prodotto tecnologicamente all’avanguardia, ancor più performante e con costi di gestione più ridotti per poter soddisfare le nuove esigenze operative nell’ambito dei mutati scenari per i prossimi 30 anni." Sottolinea il comunicato.
 
 
 

Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Leonardo

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!