Indra si aggiudica contratti per 30 milioni di euro nell'ambito del programma SESAR 2020
Wednesday 25 January 2017
Indra, una delle principali società globali di consulenza e tecnologia, sarà tra le principali aziende che parteciperanno alla seconda fase del programma di creazione del Cielo Unico Europeo: SESAR 2020. L’azienda parteciperà a 25 dei 27 progetti con i quali inizia questa seconda fase e sarà alla guida di due di essi. L’importo complessivo dei contratti aggiudicati a Indra è pari a 30 milioni di euro.  
"SESAR è tra le iniziative più ambiziose a livello mondiale nel campo della ricerca e sviluppo sulle soluzioni di  traffico aereo." Spiega un comunicato di Indra. "Questo progetto sta trasformando il modo di volare in Europa, moltiplicando l’efficienza, la sicurezza, la puntualità e il comfort dei passeggeri."
Nel 2016 è stata finalizzata la prima fase del programma ed è iniziata la seconda (SESAR 2020), che si svolgerà nei prossimi cinque anni. In questa fase, il lavoro si articolerà in due grandi progetti: il primo si svolgerà tra il 2017 e il 2019 e il secondo dal 2019 al 2021. 
Con l’aggiudicazione dei nuovi contratti, Indra rafforza la propria posizione in questo programma strategico, promosso dalla Commissione Europea in collaborazione con Eurocontrol e le principali società del settore. Indra ha contribuito alla guida di SESAR sin dall’inizio del programma, nel 2006.

 

Indra guiderà due dei progetti chiave nelle fasi iniziali di SESAR 2020, il primo dei quali mira a promuovere lo sviluppo dei sistemi di gestione di volo in traiettoria in 4D, una tecnologia che consente all’aereo di selezionare la rotta più diretta e di pianificare il volo con una precisione senza precedenti, registrando un margine di errore di solo alcuni secondi sul tempo di atterraggio previsto. Con questo progetto, Indra dà continuità al lavoro realizzato per il programma SESAR. La società ha avuto un ruolo chiave nelle prime prove di volo realizzate con questa tecnologia, eseguite nel 2014 in un volo tra Tolosa e Copenaghen. 
All’interno di SESAR 2020, Indra lavorerà per dotare questi sistemi di volo per traiettoria in 4D di nuovi strumenti e funzionalità più avanzate, che consentiranno una visione unica, completa ed aggiornata delle informazioni di volo per l’intera comunità aeronautica. 
Inoltre, per prima volta saranno effettuati test che coinvolgeranno diversi paesi, centri di controllo ed aerei. L’obiettivo è quello di testare i sistemi in un ambiente che rispecchi le dimensioni e la complessità reale del futuro Cielo Unico Europeo. 
Per quanto riguarda il secondo progetto guidato da Indra, l’azienda si focalizzerà sullo sviluppo di un insieme di servizi comuni che condivideranno tutti gli attori coinvolti in Europa nella gestione dei voli, siano quelli civili che quelli militari. Questi servizi consentiranno una gestione del traffico più fluida e coordinata, con importanti risparmi.
In particolare, la società lavorerà affinché i fornitori di servizi di navigazione europei condividano strumenti come: un sistema che consenta di agire in situazioni di congestione del traffico per ridistribuirlo e bilanciarlo, un sistema di previsione della traiettoria che sarà utilizzato dai centri di controllo aereo di tutta l’Europa, e un servizio di mappe digitali aeronautiche. 
Rispetto ad altri progetti, la società lavorerà per: migliorare l’efficienza degli aeroporti, avere torri di controllo più avanzate, avere i migliori sistemi di comunicazioni di voce e di comunicazioni via satellite, aumentare la precisione dei sistemi di sorveglianza aerea e dei sistemi di guida degli aerei in superficie e sulle piste aeroportuali, e migliorare la compatibilità tra le diverse tecnologie.  
D’altra parte, Indra parteciperà in sette dimostrazioni tecnologiche su larga scala che coprono diversi paesi e che portano la validazione delle tecnologie ad un ambiente reale. Tra queste dimostrazioni emerge il progetto di Gestione di Reti Collaborative volto a migliorare la gestione del traffico e degli aeroporti in situazioni di massima complessità e carico di traffico. 
Questi test conteranno sulla collaborazione dei fornitori di servizi di navigazione dei principali aeroporti del Regno Unito, Francia e Spagna, così come di Eurocontrol. Il superamento dei test è il primo passo per l’industrializzazione definitiva delle soluzioni e per la loro installazione nei centri di controllo e negli aeroporti europei. 
Il programma SESAR ha come obiettivi: triplicare la capacità di gestione del traffico in Europa, moltiplicando per 10 il livello di sicurezza, ridurre l’impatto ambientale del 10% e ridurre i costi dei servizi di gestione del traffico aereo del 50%. 
Solo attraverso la modernizzazione dei sistemi e delle operazioni aeree, l’Europa potrà tenere il passo all’aumento costante del traffico aereo annuale. Si prevede che il traffico aumenterà dagli attuali dieci milioni di voli annuali a 16,9 milioni nel 2030.
Gli sviluppi che Indra sta realizzando all’interno del programma SESAR sono inclusi nelle soluzioni e nei sistemi di traffico aereo che la società fornisce ai provider di servizi di navigazione con i quali collabora in oltre 160 paesi e che abilitano ogni anno il decollo e l’atterraggio di milioni di aerei negli aeroporti di tutto il mondo e garantiscono la sicurezza dei voli. 
"Lo sviluppo di soluzioni di nuova generazione," conclude il comunicato, "consente ad Indra di essere un leader globale in questo mercato e il partner tecnologico dei più importanti fornitori di servizi di navigazione aerea in Europa."
 
 
 
 
 

Redattore: Elisabetta Puggioni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Indra

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!