IATA: 2016 positivo per il mercato del trasporto aereo, il business della libertā
Thursday 02 February 2017
La IATA - International Air Transport Association - rende noti oggi i dati di traffico globali del 2016 relativi al mercato del trasporto passeggeri. Con una crescita della domanda (RPK) salita del 6,3% e l'offerta (ASK) cresciuta del 6,2%  rispetto al 2015, lo scorso anno è stato un anno di ulteriore crescita per il trasporto aereo,con tassi al di sopra della media decennale (5,5%). Il load factor è cresciuto dello 0,1% attestandosi al livello medio dell'80,5%. 
Soddisfatto 
Alexandre de Juniac, direttore generale e CEO di IATA, che ha sottolineato come il 2016 sia stato un anno particolarmente positivo per il mercato del trasporto aereo con la creazione di oltre 700 nuove rotte a livello globale, la domanda in costante crescita e oltre 3,7 miliardi di passegeri trasportati. Secondo de Juniac ora serve che i governi dialoghino con il settore del trasporto aereo al fine di soddisfare la crescita della domanda con infrastrutture adeguate, regolamentazioni che supportino la crescita del mercato e una tassazione che non soffochi la crescita. Per il CEO di IATA il raggiungimento obiettivi consentirà ai vettori aerei di sviluppare appieno il loro potenziale, costruendo un futuro sicuro e sostenibile per l'industria del trasporto aereo e creando nuove opportunità di lavoro e di crescita economica.
 
 
 
 
Analizzando nel dettaglio l'andamento del traffico nel corso del 2016, la IATA sottolinea come il traffico internazionale sia cresciuto del 6,7% rispetto al 2015 a fronte di un incremento dell'offerta del 6,9%, in calo di 0,2 punti il load factor medio. 
La regione con la domanda in maggiore crescita è stata quella del Medio Oriente con un incremento dell'11,8% rispetto al 2015, seguono l'Asia Pacifica che ha registrato un +8,3%, l'America Latina e l'Africa con un +7,4% e l'Europa con una crescita del 4,8%. Fanalino di coda il mercato nordamericano che è cresciuto del 2,6% rispetto all'anno precedente.
Sul fronte dei viaggi interni, la IATA ha registrato una crescita del 5,7% della domanda a fronte di un'offerta in crescita del 5,1%, il load factor è cresciuto di 0,5 punti percentuali attestandosi all'82,2%. Tutti i principali mercati domestici, ad eccezione del Brasile in calo del 5,5%, sono cresciuti nel corso del 2016 con India e Cina che hanno registrato tassi di crescita del 23,3% e del 11,7%.
"La nostra libertà di collegare il mondo con i viaggi aerei è foriera di prosperità e arricchisce le società. Questa libertà può raggiungere la sua massima espressione solo nel momento in cui i governi facilitano gli spostamenti di persone e merci. La sicurezza e la competitività, naturalmente, devono sempre al primo posto nelle menti dei governanti. E i quattro miliardi di persone che lo scorso anno hanno viaggiato in aereo sono un'opportunità per costruire un mondo ancora migliore grazie al positivo impatto della globalizzazione, della comprensione reciproca, dell'innovazione  e delle opportunità di business. L'aviazione è il business della libertà e dobbiamo difendere i suoi vantaggi economici e sociali dalle barriere alla mobilità e dalle agende protezioniste," ha commentato de Juniac.
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa IATA

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!