Presentato il programma di voli estivi dell'Aeroporto di Olbia
Thursday 16 February 2017
Si è svolta ieri mattina presso l’Artport, la sala adibita ad esposizioni e mostre situala al piano sopraelevato dell’aeroporto Costa Smeralda di Olbia, la conferenza di presentazione della programmazione delle rotte per la stagione estiva 2017.
“Sarà una stagione molto positiva che ha delle caratteristiche molto incoraggianti”, sono queste le parole che l’amministratore delegato di GeASar , Silvio Pippobello, ha usato in apertura per descrivere la stagione che sta per iniziare. 
Stagione che finalmente mostra segnali della tanto ricercata destagionalizzazione, con un aumento del 23% dei posti disponibili per i mesi di aprile, maggio e ottobre (mesi che fino al 2015 hanno solo fatto da spalla ai mesi estivi ma che già dal 2016 hanno iniziato a mostrare numeri interessanti), e un aumento complessivo del 10% per tutta la stagione summer 2017 (da aprile ad ottobre).
La prossima stagione estiva dell'aeroporto di Olbia vedrà operativi 90 collegamenti, di cui 12 nuovi,  con 18 paesi, e 40 vettori operativi sullo scalo, tra cui 2 nuove compagnie aeree, la Condor che collegherà l’aeroporto gallurese a Francoforte e la compagnia israeliana Arkia, la compagnia aerea israeliana Arkia che collegherà Olbia a Tel Aviv.
L’aeroporto di Olbia per il 2017 offrirà dunque una più ampia rosa di collegamenti rispetto al 2016, e in conferenza stampa l'amministratore delegato ha sottolineato l'importanza di questi voli non solo per l'incoming, cioè i passeggeri in arrivo, ma anche per il traffico outgoing composto di cittadini sardi che devono partire dall'isola sia per vacanza che per motivi lavorativi. In questo senso un network più ampio di collegamenti operativo anche nei mesi di spalla potrà favorire ulteriormente gli spostamenti.
 
 
 
Nel corso della conferenza stampa Pippobello ha sottolineato come l'aeroporto olbiese debba adeguarsi sia nel dialogare coi vettori per studiare nuove rotte e sviluppare le esistenti, sia da un piunto di vista strutturale. Il Costa Smerlanda infatti raggiungerà nel 2017 i 2,8 milioni di passeggeri trasportato in un anno e, anche se la struttura è stata studiata e progettata per ospitarne 3 milioni, risente di una saturazione delle proprie strutture durante i mesi di picco della stagione estiva, dato che i 3 milioni di passeggeri considerati in fase progettuale andavano intesi come distribuiti nell'arco di un anno e non con la marcata stagionalità che contraddistinque lo scalo. Per queste ragioni la società prevede l'avvio di lavori di adeguamento e allungamento della pista, l'ampliamento del terminal passeggeri e un intervento piazzale di sosta aeromobili, che l'amministratore delegato ha definito come un “collo di bottiglia”.
Nel chiudere il suo intervento l’amministratore delegato di GeASar si è rivolto alle istituzioni, Regione Sardegna e Comune di Olbia in primis, ma anche alle associazioni di categoria e ai Comuni dell’entroterra perché sostengano e stiano affianco agli aeroporti sardi in quanto motori dell’economia, basti pensare che l’aeroporto di Olbia muove un PIL pari a circa 250 milioni di euro tra ricadute dirette e indotte, generando 4000 posti di lavoro.
Come già detto la 
Summer 2017  prevede 12 nuove rotte, 5 nazionali e 7 internazionali. Alitalia aprirà quattro nuovi collegamenti nazionali per Bologna, Trieste, Genova e Napoli. Mistral Air invece inaugurerà un nuovo volo per Firenze (andando a sostituire Vueling e Meridiana che operavano sullo scalo toscano fino al 2016). Sul fronte delle novità internazionali ci sarà un nuovo collegamento per Copenaghen, operato dalla compagnia SAS, Francoforte operato dal nuovo ingresso Condor, Tel Aviv con Arkia e quattro nuove rotte annunciate dalla tedesca Eurowings (Hannover, Monaco, Vienna e Salisburgo), compagnia che andrà piano piano a sostituire la connazionale Air Berlin sui mercati tedesco e austriaco.
Importanti novità anche dal fronte voli charter, settore molto interessante in quanto può avere ripercussioni nell’arco di 1 o 2 anni anche sui collegamenti di linea, come avvenuto già col collegamento per Londra Heathrow, iniziato diversi anni fa come volo charter il sabato e affiancato da qualche anno con un collegamento di linea quadrisettimanale operato dalla compagnia britannica British Airways. Le novità del 2017 riguardano l’attivazione di 4 collegamenti da parte di importanti operatori come la Thomsonfly che collegherà Olbia con Mancester, e Tuifly Nordic, Jet time e Braathsen Regional Airlines che collegheranno Olbia rispettivamente con le città scandinave di Goteborg, Copenaghen e Stoccolma.
 
 
 
 

Articolo di Fabio Ledda 

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!