Aeronautica Militare: doppio volo sanitario dalla Sardegne a Roma per un Falcon 50 del 31° Stormo
Sunday 02 April 2017
Nel primo pomeriggio sabato 1 aprile, un velivolo da trasporto Falcon 50 del 31° Stormo dell'Aeronautica Militare ha effettuato un trasporto sanitario d’urgenza in favore di due piccoli pazienti dalla Sardegna a Roma. Il doppio trasporto urgente, necessario per le gravi condizioni dei due bambini, è stato coordinato e disposto dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando Squadra Aerea, su richiesta delle Prefetture di Cagliari e Olbia.
Una volta giunto nel capoluogo sardo, il velivolo ha imbarcato una bambina di quattordici anni, bisognosa di cure urgenti in un centro specializzato. Il velivolo è poi decollato immediatamente alla volta di Olbia, dove ha imbarcato il secondo paziente, di sette anni, per poi ripartire immediatamente per l’aeroporto di Ciampino.
Dopo l’atterraggio all’aeroporto romano, avvenuto intorno alle 15:55, i due giovanissimi pazienti sono stati immediatamente trasportati tramite ambulanza all’ospedale “Bambino Gesù” di Roma, per ricevere le cure specialistiche necessarie.
Gli aeromobili del 31° Stormo di Ciampino sono utilizzati per il trasporto di Stato e per missioni di pubblica utilità quali il trasporto sanitario di ammalati, traumatizzati gravi e di organi per trapianti, nonché per interventi a favore di connazionali comunque in situazioni di rischio. 
Missioni di questo tipo necessitano della massima tempestività. In particolare l’attività di trasporto sanitario urgente, dato l’imminente pericolo di vita dei pazienti trasportati, impone di mantenere un elevato livello di prontezza ventiquattro ore al giorno, 365 giorni l’anno.
Attraverso i suoi reparti di volo, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento - 24 ore al giorno, 365 giorni all'anno - e in grado di operare in qualsiasi condizione meteorologica.
 
 
 

 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare 

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!