Aeronautica Militare: volo sanitario da Alghero a Genova per due gemelli in pericolo di vita
Monday 19 June 2017
Nella serata di ieri è atterrato all'aeroporto di Genova, proveniente da Alghero, un Falcon 50 dell'Aeronautica Militare con a bordo due gemelli di appena quattro mesi in imminente pericolo di vita e bisognosi di cure immediate presso l'ospedale pediatrico Gaslini del capoluogo ligure. 
La missione, partita su richiesta della Prefettura di Sassari,  è stata coordinata dalla Sala Situazioni di Vertice AM, che ha disposto il decollo di uno degli equipaggi in prontezza H24 per questo genere di esigenze.  I due bimbi, che hanno viaggiato in braccio ai genitori, sono stati assistiti durante il volo da un’equipe medica che li ha quindi accompagnati con un'ambulanza al Gaslini. Una volta terminata la missione, il velivolo militare è rientrato all'aeroporto di Ciampino, per riprendere il servizio di pronto impiego. 
Equipaggi e velivoli da trasporto dell'Aeronautica Militare sono pronti giorno e notte per assicurare, laddove richiesto e ritenuto necessario per motivi di urgenza, il trasporto sanitario di persone in imminente pericolo di vita, il trasporto di organi e/o di equipe mediche. Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate dall’Aeronautica Militare per questo tipo di esigenza: solo da gennaio ad oggi sono state 56 le persone in imminente pericolo di vita trasportate da tutto il territorio nazionale, oltre la metà bambini molto piccoli, per un totale di oltre duecento ore di volo; a queste vanno aggiunte ulteriori sessanta ore di volo per trasporti relativi a trapianti di organi e relative equipe mediche. 
Gli assetti in prima linea in questi casi di emergenza sono i velivoli da trasporto del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e dalla 46ª Brigata Aerea di Pisa, gli elicotteri del 15° Stormo di Cervia e dei Gruppi di Ricerca e Soccorso dislocati sul territorio nazionale.
 
 
 

 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

 
 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!