Indra promuove l'uso della mixed reality e delle HoloLens nella pianificazione delle rotte
Tuesday 27 June 2017
Indra promuove la realtà aumentata nella navigazione aerea attraverso lo sviluppo di una soluzione all’avanguardia basata sugli occhiali HoloLens di Microsoft. L’obiettivo è quello di migliorare la progettazione delle rotte aeree, riducendo il consumo di carburante, le emissioni di CO2 e i costi per le aerolinee, contribuendo al tempo stesso a minimizzare l’impatto acustico nelle aree urbane vicine agli aeroporti.
Come possibile prima implementazione di questa tecnologia, Indra ha scelto un progetto reale come case study. Si tratta della costruzione della terza pista dell’aeroporto di Heathrow, a Londra. L’obiettivo è quello di sviluppare uno strumento in grado di facilitare l’avvicinamento finale dei velivoli, per ottenere atterraggi e decolli con un limitato consumo di carburante e disturbi inferiori per la popolazione vicina. Al fine di garantire la precisione dei calcoli, Indra ha utilizzato dati reali forniti da Eurocontrol, l’organizzazione europea per la sicurezza della navigazione aerea.  
La soluzione sfrutta le possibilità offerte dalla mixed reality, che unisce i mondi virtuale e reale, rendendo possibile la loro interazione in tempo reale. Attraverso gli occhiali Microsoft HoloLens, l’utente vede i decolli e gli atterraggi degli aerei sulla futura pista di Heathrow, mentre le immagini olografiche vengono proiettate direttamente sullo spazio fisico circostante.
 
 
 
La soluzione di Indra consente anche di vedere la rappresentazione grafica 3D dei percorsi degli aerei e presenta all’utente dei tags con dati su rotte, aereo, velocità, altezza, etc. Quando l’aereo si avvicina, il rumore dei motori aumenta, consentendo una rappresentazione volumetrica dell’impatto acustico sull’ambiente. 
L’utente può muoversi e avvicinarsi agli aerei per vederli con maggiore dettaglio. Girandosi, può vedere le piste dell’aeroporto e le aree urbane vicine. Il sistema consente di interagire con il mondo virtuale e di modificare, ad esempio, i percorsi degli aerei, al fine di studiare rotte alternative. Utilizzando comandi vocali, è possibile chiedere al sistema di realizzare uno zoom, di proiettare un'altra rotta e di mostrare un altro aereo.  
"La soluzione di Indra offrirà nel breve termine altre applicazioni per il mercato del traffico aereo." Spiega un comunicto. "Tra gli ambiti di utilizzo ci sarà il miglioramento della progettazione dei settori in cui si divide lo spazio aereo di un Paese o di una regione, e lo studio delle rotte che lo attraversano (un’informazione tridimensionale complessa che non è possibile rappresentare correttamente su uno schermo 2D). Inoltre, la soluzione contribuirà a migliorare la progettazione e l’ampliamento degli aeroporti, consentendo ai tecnici di selezionare la posizione migliore per le piste e garantendo che la torre di controllo non ha punti ciechi."  
Tra i vantaggi che offrono la mixed reality e le HoloLens di Microsoft, emerge il fatto che l’utente vede uno scenario virtuale senza essere isolato, come avviene con gli occhiali 3D convenzionali. Questo gli consente di proseguire il proprio lavoro mentre riceve ulteriori informazioni che si sovrappongono e interagiscono con quello che egli vede del mondo reale.  In questo modo, persone diverse possono analizzare lo stesso scenario virtuale in una riunione di lavoro potendo anche interagire naturalmente tra di loro. Lo sviluppo di questa tecnologia ne prevede l’utilizzo nelle attività operative critiche, ad esempio nel supporto al controllore, con lo scopo di offrire informazioni sull’aereo reale che vede dalla torre. In un centro di controllo, essa potrebbe migliorare il processo decisionale congiunto tra i controllori che si trovano nello stesso centro e i controllori che lavorano da centri a centinaia di chilometri di distanza. 
Al di là del settore del traffico aereo, il potenziale di questa tecnologia nel miglioramento delle comunicazioni, dell’accesso alle informazioni e del risparmio dei costi è enorme. Importante sarà il contributo alle attività di manutenzione per consentire a un operatore di visualizzare il layout dell’installazione elettrica di un palazzo o la rete idraulica sotto una strada. Inoltre, consentirà di condividere ciò che si vede con un’altra persona in un luogo diverso. 
Nel campo della simulazione aerea, il sistema potrebbe sostituire tutta la componente visuale di un simulatore, riducendo i costi. Nella sanità, potrebbe essere utilizzata per aiutare i chirurghi a pianificare gli interventi e permetterà lo scambio di opzioni cliniche tra team di diversi ospedali. 
Indra è tra le società partner nel programma tecnologico SESAR che supporta la creazione del Cielo Unico Europeo. Inoltre, la società sta installando il sistema iTEC nei principali centri di controllo europei e guida la trasformazione e modernizzazione della gestione del traffico aereo in Europa. 
 
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio Stampa Indra

 
 
 



Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!