Accordo Aeronautica Militare - Guardia Costiera su addestramento piloti e sinergie in attivitā SAR
Tuesday 06 February 2018
Domani, 7 febbraio 2018, l’Aeronautica Militare e la Guardia Costiera, rappresentate rispettivamente dal Sottocapo di Stato Maggiore Generale S.A. Settimo Caputo e dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone, firmeranno un atto di permuta secondo il quale l'Aeronautica Militare erogherà corsi di specializzazione, abilitazione, qualificazione, addestramento e formazione a favore del personale della Guardia Costiera che, quale contropartita, metterà a disposizione un elicottero AW 139 con una disponibilità di 300 ore annue per fini addestrativi. Tra i vari corsi offerti dall'AM nell’ambito della permuta, particolare rilevanza avranno quelli per i piloti della Guardia Costiera che saranno svolti presso il 72° Stormo di Frosinone, la scuola di Volo per elicotteri dell’Aeronautica Militare, di fatto una eccellenza sia in campo nazionale che internazionale, grazie alla frequenza anche di allievi piloti di da molti paesi esteri, tra cui Afghanistan, Gibuti,  Libano, Malta, Albania e Kuwait.
Inoltre, la base dell’Aeronautica Militare di Decimomannu verrà messa a disposizione per il rischieramento permanente di parte della componente aerea della Guardia Costiera dedicata alle attività SAR (Search and Rescue) che dislocherà presso la base sarda mezzi, equipaggi e personale tecnico per lo svolgimento di attività di volo e di allarme SAR. Tale iniziativa consentirà alla Guardia Costiera, organizzazione a cui fa capo il coordinamento delle attività di ricerca e soccorso in mare, di svolgere le proprie attività avvalendosi delle strutture dell’AM già operative presso l'aeroporto militare di Decimomannu.
 
 
 
"L’accordo," spiega un comunicato, "costituisce un modello virtuoso per realizzare sinergie tra amministrazioni dello Stato e rappresenta un validissimo ed efficace riferimento nell’ottica del possibile futuro sviluppo di attività di cooperazione nei reciproci ambiti operativi. La collaborazione tra Aeronautica Militare e Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera fa parte dell’approccio interforze/interagenzia auspicata dal “Libro bianco per Sicurezza Internazionale e la Difesa” ed è un esempio di ottimizzazione dei processi e della razionalizzazione delle risorse."
 
 
 

Redattore: Carlo Dedoni

Fonte della notizia: Ufficio di Pubblica Informazione Aeronautica Militare

 
 
 




Hai trovato interessante questo articolo? Segnalalo!
Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Furl!Yahoo!